LECCO 2020: NAVA RINUNCIA.
IL CENTRODESTRA MUGUGNA
MA GIOCA LA CARTA GIANOLA

LECCO – Daniele Nava non si candiderà a sindaco di Lecco. L’ex presidente della Provincia e sottosegretario di Maroni al Pirellone ha definitivamente chiuso le porte alla candidatura che molti nel centrodestra attendevano, vedendo in lui una figura capace di unire le anime azzurre di Forza Italia e quelle verdi della Lega.

Il gran rifiuto è stato registrato nella riunione di ieri sera, organizzata proprio con lo scopo di arrivare a una decisione chiara sulla disponibilità di Nava.

A differenza del centrosinistra, diviso tra il dem Mauro Gattinoni e l’assessore Corrado Valsecchi di Appello per Lecco, il centrodestra intende restare unito e dunque apre le porte a Dionigi Gianola, figura di spicco della Compagnia delle Opere.

La scelta di un premanese può apparire un po’ insolita per una città capoluogo, e da molte parti – soprattutto padane – non viene celato il malcontento: tuttavia nei confini cittadini sembra non si riesca proprio a trovare nessuno capace di tenere assieme ciò che per dieci anni è stato all’opposizione delle amministrazioni Brivio, ma vi è la consapevolezza che solo presentandosi uniti si potrà tornare con facilità alla guida di Palazzo Bovara.

RedPol

 

COSÌ NEL CENTROSINISTRA

ELEZIONI/MA QUALE ALLEANZA IL PD ‘LANCIA’ GATTINONI? APPELLO CANDIDA VALSECCHI

LECCO, AMMINISTRATIVE 2020, IL PD ROMPE GLI INDUGI: CANDIDA MAURO GATTINONI

 

Pubblicato in: politica, Città Tags: , , , , , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati