LECCO CELEBRA LA MEMORIA:
MEDAGLIA A UN DEPORTATO
E APPUNTAMENTI CULTURALI

LECCO – Lecco celebra la Giornata della Memoria attraverso due momenti dedicati. Giovedì 27 gennaio alle 16.30 in sala consiliare del Comune di Lecco il prefetto Castrese De Rosa e il sindaco Mauro Gattinoni consegneranno una delle medaglie d’onore dedicate ai cittadini italiani, militari e civili, deportati e internati nei lager nazisti. La medaglia è conferita alla memoria di Angelo Castelnuovo e sarà ritirata dal figlio Valter. Il momento sarà trasmesso in diretta sul canale YouTube del Comune di Lecco.

“Il Giorno della Memoria ci offre la possibilità di ripercorrere alcune tra le fasi più buie della storia dell’umanità e di farlo sia per rendere omaggio al ricordo di tutte le vittime, sia per lanciare un monito sempre attuale, specie alle nuove generazioni, che serva a non ripetere in futuro gli errori e gli orrori del passato – sottolineano il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni e l’assessore alla Cultura e Coesione sociale Simona Piazza –. In questo senso vanno gli eventi promossi, la consegna della medaglia della Prefettura e le letture per gli studenti delle scuole superiori, una nuova generazione di donne e uomini, che ci auguriamo facciano tesoro di quanto la memoria consegna loro”.

“Raccontare la memoria” è l’iniziativa promossa dal Comune di Lecco e dall’associazione culturale Madonna del Rosario: un’orazione civile dedicata agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, letture liberamente tratte da testi vari, scelti da Federico Bario, che avrà il ruolo di voce narrante. L’orazione civile si terrà al cinema teatro Nuovo Aquilone e sarà accompagnata da intermezzi musicali, interpretazioni di antiche melodie e canzoni ebraiche e yìddish, a cura di Maurizio Aliffi alla chitarra e Fausto Tagliabue alla tromba e alle percussioni. In programma sempre giovedì 27 gennaio, alle 9.30 e alle 11, due letture della durata di circa un’ora ciascuna, che tratteranno di terribili accadimenti aventi come sfondo il più recente conflitto jugoslavo e, per la maggior parte, la Polonia occupata dai nazisti, concludendosi con le considerazioni sui “Campi della morte” offerte dal regista Alain Resnais al termine del lungometraggio “Notte e nebbia” del 1956.

La partecipazione, gratuita per studenti e accompagnatori, è da segnalare a segreteria@chiesadilecco.it entro sabato 22 gennaio. Le richieste saranno accolte fino all’esaurimento dei posti disponibili. L’accesso alla sala, da via Parini 16, sarà possibile nel rispetto della normativa in vigore che regolamenta la fruizione delle sale cinematografiche (green pass rafforzato e mascherina ffp2).

In serata, alle 21, al Nuovo Aquilone Cinema Teatro sarà infine proiettata la pellicola “Il senso di Hitler“, un documentario del 2020, tratto dal libro “The Meaning of Hitler” di Sebastian Haffner, che indaga la bestialità e le cause che hanno portato a quella che è la pagina più buia della storia moderna, perché quanto accaduto non si ripeta.

 

Pubblicato in: Città, Cultura, Eventi, Giovani Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati

GixSoft88 Rev. 022022 .