LECCO, LE SEDUTE COMUNALI
PROSEGUONO “COI GUANTI”.
21 IN AULA, GLI ALTRI ONLINE

LECCO – Ripartono in modalità “smart” le adunanze dei commissari, mentre lunedì 20 si terrà il primo Consiglio comunale con le nuove regole. Il nuovo calendario delle sedute, comunicato dal presidente del Consiglio comunale Giorgio Gualzetti ai consiglieri comunali e ai commissari, prevede sessioni nel tardo pomeriggio di martedì, mercoledì e giovedì prossimo.

In particolare il 14 aprile è prevista la riunione della commissione II (bilancio – servizi Istituzionali – sviluppo economico e turismo…), il 15 aprile il ritrovo congiunto delle commissioni III (politiche sociali, casa e lavoro) e IV (cultura, sport, politiche giovanili, istruzione…) e il 16 aprile una nuova seduta congiunta, questa volta tra le commissioni I (opere pubbliche e patrimonio, manutenzioni e decoro urbano, viabilità) e V (urbanistica, edilizia, suap, ambiente, pgt…). Infine lunedì 20 aprile alle 18 (con eventuale prosecuzione martedì 21 aprile alla stessa ora) si terrà la prossima seduta di Consiglio comunale.

Per ottemperare alle misure di prevenzione previste dai provvedimenti adottati in materia di contenimento del contagio da Coronavirus, la sala consigliare potrà ospitare fino a un massimo 16 consiglieri, il presidente del Consiglio, il segretario generale, il sindaco e due assessori. I restanti membri dell’organo consiliare e della Giunta parteciperanno alla sessione online.

Analoga capienza sarà applicata in occasione delle commissioni consiliari. Inoltre, a tutti coloro i quali parteciperanno alle riunioni di persona saranno forniti i necessari dispositivi di protezione personale (mascherine, guanti e gel disinfettante).

“Stiamo applicando le disposizioni previste dal decreto Cura Italia, che ha consentito alle pubbliche amministrazioni di utilizzare nuove tecnologie per proseguire le attività – spiega il presidente del Consiglio comunale Giorgio Gualzetti -, pertanto anche in questa fase abbiamo provveduto ad attivare tali modalità, con le quali peraltro in questa fase abbiamo già proseguito i lavori in seno alla commissione Capigruppo. Anche i giornalisti potranno seguire le sedute, nel rispetto delle prescrizioni di sicurezza, dalla saletta consiglieri oppure da casa attraverso l’applicativo online”.

 

Pubblicato in: politica, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati