LECCO, TOLLERANZA ZERO:
PIÙ PATTUGLIE E TELECAMERE
CONTRO GANG E AGGRESSIONI

LECCO – Teppisti, spaccio, rapine, aggressioni… Il vaso è colmo in città e il Comune di Lecco interviene col pugno di ferro.

Dopo i numerosi episodi di “malamovida” in centro e sul lungolago, in viale Turati e nei pressi della stazione, l’amministrazione Gattinoni ha preso provvedimenti. Verrà chiuso il ponte pedonale che conduce alla biblioteca civica e in zona saranno vietati assembramenti, così da limitare l’azione e la presenza di bande giovanili. Presìdi di forze dell’ordine sorveglieranno costantemente piazza Diaz e verranno intensificati i controlli sul “viale” e in piazza Cappuccini, oltre che all’area della Piccola.

Accanto agli agenti lavoreranno più intensamente le telecamere di sorveglianza. Sono ben 164 gli occhi elettronici sul territorio comunale e altri ne verranno installati grazie a un recente contributo regionale di 80mil euro.

La tolleranza zero tuttavia non è abbastanza e a Palazzo Bovara sembrano esserne consapevoli: “Non serve militarizzare ogni incrocio ma il dialogo in questo caso non basta. Nostro compito – spiega l’amministrazione – è integrare le due strategie”.

 

 

Pubblicato in: Città, Cronaca, politica Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati