MANUTENZIONI IN MUNICIPIO.
SPENTI GLI UFFICI DI VIA SASSI
NUOVI SPAZI IN VIA TUBI

LECCO – La sicurezza dei lavoratori al primo posto: con due delibere giovedì 19 maggio la Giunta comunale del Comune di Lecco ha indicato alcuni interventi prioritari per le sedi comunali di palazzo Bovara e via Sassi.

La prima delibera prevede un intervento di manutenzione straordinaria per palazzo Bovara, un’operazione da 160.000 euro per il rinforzo strutturale di alcuni spazi e la ridistribuzione di alcune aree di lavoro. Nello specifico gli uffici dei tributi e dell’anagrafe saranno spostati dal primo piano al piano terra, andando a creare nello spazio ex anagrafe un open-space operativo con funzione di back office composto dagli uffici dei servizi anagrafici, tributari e di stato civile. L’importo prevede anche alcune manutenzioni ordinarie per la sede della polizia locale di via Sassi.

“Un importante intervento di messa in sicurezza che permetterà di spostare archivi, schedari e mobili pesanti andando ad alleggerire il primo piano – commenta l’assessore ai Lavori pubblici e patrimonio del Comune di Lecco Maria Sacchi -. Potremo così eliminare i puntelli oggi presenti, andando sia a inserire delle soluzioni definitive dal punto di vista statico sia a consegnare ai lavoratori un migliore ambiente di lavoro”.

La seconda delibera ha riguardato, invece, la presa d’atto delle indagini statiche di verifica sugli edifici comunali di palazzo Bovara e di via Sassi. Le indagini hanno restituito un profilo di agibilità per palazzo Bovara e per la parte di via Sassi sede della protezione civile e del corpo di polizia locale, mentre, con riferimento al palazzo storico di via Sassi che attualmente ospita i servizi istruzione, sport, ambiente e servizi sociali, l’indagine ha rilevato una agibilità temporanea di un anno.

A fronte di questi risultati la Giunta comunale ha tempestivamente individuato dei nuovi spazi in via Tubi – che il Comune di Lecco acquisisce al patrimonio comunale per 700 mq – comprensivi di sei posti auto, in una palazzina realizzata a scomputo degli oneri di urbanizzazione secondaria, nell’ambito della convenzione del piano attuativo denominato Piano di Recupero Graziano Tubi. Inoltre, grazie alla classe energetica, si risparmierà rispetto agli attuali costi della sede di via Sassi. Qui si stanno mettendo a punto i dettagli per verificare l’ipotesi di ospitare i servizi ambiente, istruzione e sport, urbanistica e Suap, mentre per i servizi sociali l’Amministrazione ha individuato nuovi spazi in via Marco d’Oggiono, per la necessità di un’ubicazione raggiungibile comodamente dal trasporto pubblico locale, vicina al comando della polizia locale e adatta a ricavare spazi di accoglienza per la cittadinanza e spazi protetti per i colloqui delle persone in carico.

“Andiamo, di fatto, a liberare completamente il palazzo storico di via Sassi e a spegnere questo edificio estremamente energivoro: ciò con l’obiettivo primario della totale sicurezza dei lavoratori – continua l’assessore Sacchi -. Certamente queste perizie ci consegnano un’ulteriore frammentarietà degli uffici comunale, situazione della quale sarà necessario tenere conto nelle scelte future, ma allo stesso tempo le decisioni che abbiamo assunto ci permettono di rimuovere il vero elemento di urgenza rispetto all’individuazione di una sede definitiva per il Comune di Lecco”.

I tempi indicati dall’Amministrazione comunale ai dirigenti prevedono l’adeguamento di palazzo Bovara e di liberare l’immobile di via Sassi entro il 31 agosto 2022 mentre il trasloco degli uffici interessati sarà da completarsi entro il 15 settembre 2022.

 

Pubblicato in: Città Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati