“MORTERONE CAPUT MUNDI”.
QUELLA POLTRONCINA
CON ‘VISTA’ SULLA PROVINCIA…

Con la famiglia ho cominciato a frequentare il comune più piccolo d’Italia nei primi anni ’90 quando alcuni politici locali, oggi mestamente finiti nel dimenticatoio, sostenevano che Piccolo é bello ma poi girando meno la Palanca si sono presto accorti che Piccolo é soprattutto, caro, nel senso di più costoso del termine e i faraonici progetti di sviluppo si sono arenati.

Dunque, niente galleria sotto al Resegone per raggiungere da Lecco e in pochi minuti quel Paradiso ancora incontaminato, che nelle intenzioni di qualcuno poteva fondersi con il manzoniano borgo e così diventare l’estrema periferia del capoluogo di provincia, garantendo un insperato ma “provvidenziale” sviluppo urbanistico alla città a pochi chilometri dalla città ma…

LEGGI TUTTA LA LETTERA SU BALLABIO NEWS:

LA LETTERA: “MORTERONE CAPUT MUNDI”. QUELLA POLTRONCINA CHE PERÒ…

 

Pubblicato in: Lettere a LeccoNews, Montagna, Elezioni, politica, Città, Hinterland Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 112021 .