MOSTRA DELL’ARTIGIANATO:
IN 12MILA PER LA VETRINA,
SUCCESSO CHE RESTA ON LINE

ERBA (CO) – Giunta al termine la prima edizione digitale della Mostra dell’Artigianato, un’esperienza nuova e molto sfidante per Lariofiere, Confartigianato Imprese Como e Confartigianato Imprese Lecco. “Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti – spiega Fabio Dadati, presidente di Lariofiere – Nonostante le restrizioni normative in vigore, con l’edizione digitale della mostra abbiamo centrato l’obiettivo di riportare l’attenzione sul mondo dell’artigianato e sui suoi valori. Per questo devo ringraziare le associazioni Confartigianato Imprese Come e Confartigianato Imprese Lecco che, come sempre, si sono spese insieme a Lariofiere nello sviluppo del progetto ma soprattutto la Camera di Commercio Como-Lecco che ha creduto nell’idea e l’ha da subito sostenuta in modo concreto e determinante”.

Il solo fatto di aver realizzato la manifestazione è per noi motivo di orgoglio ma anche i numeri ci hanno dato ragione: oltre 12.000 persone hanno visitato la vetrina digitale delle botteghe artigiane e hanno interagito con gli espositori al punto che abbiamo deciso di prolungare l’apertura di questa sezione del portale www.mostrartigianato.com. 2.500 sono stati invece i partecipanti ai webinar e agli incontri in calendario. Ritengo che questo risultato sia fondamentale per Lariofiere nel percorso verso la digitalizzazione delle proprie funzioni e dei servizi offerti. Grazie a questa prima, significativa esperienza, già da ora Lariofiere è in grado di vendere servizi per i webinar che fondano su tecnologie d’avanguardia, competenze per la regia, e una connessione ottimale attraverso la fibra.”

“Siamo davvero soddisfatti della riuscita di questa particolare edizione della Mostra Artigianato – prosegue Roberto Galli, presidente di Confartigianato Imprese Como – Grazie all’impegno di Lariofiere e Confartigianato è stato possibile reinventare la manifestazione in una versione digitale che ha avuto il grande merito di mantenere viva l’attenzione sul settore e sulle imprese che, anche in questa occasione, hanno fatto la loro parte. Un plauso va a tutti gli espositori che, in poco tempo, sono stati in capaci di trasformare i loro stand in spazi nuovi, grazie alle soluzioni offerte dal digitale. I numeri presentati dal Presidente Dadati sono molto positivi e ci stimolano a pensare a nuove progettualità per il futuro. L’appuntamento è per il 2021 con una nuova edizione che, sono certo, farà tesoro dell’esperienza in digitale di quest’anno.”

Alcuni dati curiosi sull’edizione digitale: il pubblico si divide equamente fra uomini (54%) e donne (46%); oltre la metà ha meno di 35 anni. La città da cui è arrivato il maggior numero di clic è Milano (27%), seguita da Como (9%), Monza (5%), Lecco (4%) Bergamo e Brescia (3%). Le parole più usata per la ricerca sono Cucina, Divani, Alimentari, Arredamento, Olio, Sedie, Bagno, Borse, Marmellate, Miele, Olive, Calze, Serramenti. Oltre la metà dei visitatori ha fatto ricerche sul sito mentre il tempo di permanenza medio è di circa tre minuti. La pagina più cliccata è naturalmente quella delle botteghe artigiane. Numerose le chiamate al numero verde per assistenza sulla ricerca espositori e sull’acquisto on line.

“Scommessa vinta – sostiene il presidente di Confartigianato Lecco Daniele Riva – Siamo riusciti nell’intento di sperimentare un modello nuovo che avrà una grande valenza strategica già nel prossimo futuro. Un modello positivamente recepito dalle nostre imprese che hanno risposto con prontezza ed entusiasmo alla proposta di trasferire sugli spazi digitali la Mostra dell’Artigianato. In linea con il nuovo format, oggi abbiamo premiato le vetrine digitali e non, come di consueto avviene a chiusura della manifestazione, i migliori stand della Mostra. Oltre al grande lavoro svolto dalle aziende premiate, ciò che maggiormente è stato apprezzato nel valutare le vetrine è che gli espositori hanno dedicato alla preparazione della mostra digitale la medesima cura che normalmente riservano all’allestimento dei loro stand a Lariofiere”.

La mostra si è chiusa come da tradizione, con la premiazione del miglior stand – quest’anno miglior vetrina digitale – e con l’assegnazione del Premio Qualità Mauro Cazzaniga. Il primo riconoscimento è andato all’azienda Falpe di Erba per la capacità di tradurre in digitale le principali funzioni di uno spazio espositivo fisico. Con la stessa motivazione il Comitato Promotore della mostra ha assegnato il premio anche all’Azienda Agraria f.lli Tocchio di S. Giacomo di Spoleto. L’altro premio, destinato al miglior spazio espositivo della categoria legno arredo, è in memoria di Mauro Cazzaniga, artigiano ed ex Presidente della Mostra Artigianato, scomparso prematuramente nel 2013. Per il 2020, il riconoscimento è stato assegnato all’azienda Giovanni Conti Interior Design di Dolzago per la migliore presentazione digitale della categoria Home.

“Desidero ringraziare tutta l’organizzazione di questa 47ª edizione della Mostra – chiude Ilaria Bonacina, presidente del Comitato Promotore della manifestazione – che ci ha consentito di raggiungere questo sorprendente e straordinario risultato. Il mio sincero grazie va anche agli espositori, che hanno saputo mettersi in gioco, a Confartigianato Imprese Como, Confartigianato Imprese Lecco e alla Camera di Commercio Como-Lecco che ci ha sostenuti. Dal canto mio, considero quella appena conclusa, un’esperienza sfidante e di grande valore, sia come presidente del Comitato che come imprenditrice artigiana”.

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Economia Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .