NEL GIORNO DEL RICORDO
LA CERIMONIA ISTITUZIONALE
E SPETTACOLI IN STREAMING

LECCO – Il 10 febbraio ricorre il Giorno del Ricordo, istituito con legge 92 del 30 marzo 2004 per conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della complessa vicenda del confine orientale.

La Provincia di Lecco, insieme a Comune di Lecco e Prefettura di Lecco, organizza la commemorazione istituzionale con la deposizione di un omaggio floreale e un momento di raccoglimento, in programma mercoledì 10 febbraio alle 11 in Riva Martiri delle Foibe a Lecco, con la partecipazione del presidente della Provincia di Lecco Claudio Usuelli, del sindaco di Lecco Mauro Gattinoni e del prefetto di Lecco Castrese De Rosa

Inoltre la Provincia di Lecco vuole ricordare questa ricorrenza promuovendo l’iniziativa organizzata in modalità on line dal Consorzio Brianteo Villa Greppi: l’incontro con Silvia Dai Prà, autrice del libro Senza salutare nessuno. Un ritorno in Istria (Laterza) sarà trasmesso venerdì 12 febbraio alle 21 sul sito www.villagreppi.it, sul canale YouTube e sulla pagina Facebook.

Inoltre, nell’ambito della programmazione del Circuito Spettacolo dal vivo in provincia di Leccoalcuni Comuni aderenti hanno organizzato eventi on line per ricordare le vittime delle Foibe.

Il Comune di Valmadrera propone mercoledì 10 febbraio lo spettacolo Urla dalle Foibe della Compagnia Pandemonium Teatro, interpretato da Lisa Ferrari, con luci e proiezioni di Carlo Villa e Max Giavazzi. Il video sarà disponibile su YouTube dalle 9 alle 22; il link sarà pubblicato sulla pagina Facebook del Comune di Valmadrera.

Il Comune di Merate ha programmato per sabato 13 febbraio alle 17.30 Il sentiero del padre. Viaggio tra i segreti delle foibe carsiche, racconto teatrale scritto e interpretato da Davide Giandrini; il link per accedere alla diretta streaming sarà disponibile sul sito del Comune di Merate dalle 17.30 di sabato 13 febbraio.

“La conservazione del ricordo – commenta il presidente Claudio Usuelli – punta a privilegiare l’incontro tra i cittadini e le istituzioni. Alle vittime di quella persecuzione, ai profughi e ai loro discendenti va il nostro pensiero affinché la loro angoscia non vada dimenticata, ma resti da monito contro i regimi totalitari e le ideologie che opprimono e schiacciano le minoranze, negando i diritti delle persone. Ringrazio il Consorzio Brianteo Villa Greppi e tutti gli enti del territorio che con impegno e attenzione mantengono vivo il ricordo e invitano i cittadini a non dimenticare”.

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Valmadrera, Città, Hinterland Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 112021 .