NO ALLA VIOLENZA DOMESTICA:
LINEE GUIDA PER LA SICUREZZA
DURANTE L’EMERGENZA COVID

LECCO – Questa emergenza sanitaria nazionale rischia di oscurare fenomeni gravissimi, come la violenza domestica.

In un momento di sofferenza, è essenziale che altri dolori vengano evitati. Ogni donna in pericolo tra le mura di casa propria deve avere gli strumenti necessari per poter denunciare e uscire dalla sua situazione. In casi di pericolo, è prevista la possibilità di lasciare la propria abitazione, rivolgendosi alle forze dell’ordine. Se vuoi lasciare il tuo partner violento ma non sai come procurarti l’autocertificazione per uscire, ricorda che non è necessario perché le forze dell’ordine hanno con sé una copia della dichiarazione

Qui sotto, esponiamo le linee guida per un piano di sicurezza durante questo periodo di emergenza Coronavirus.

Non rivelare l’intenzione di lasciare il partner e di chiedere aiuto ad un centro antiviolenza.
Rivolgiti direttamente ad un centro antiviolenza, chiamando il 1522 o andando sul sito
www.1522.eu nella sezione mappatura o utilizzare le app App1522 e YouPol.
Porta sempre con te le chiavi di casa e dell’auto, nonché i documenti personali e dei tuoi figli.
– Se possibile, accantona una piccola somma di denaro per le urgenze.
– Nei momenti di tensione dirigiti verso la porta di ingresso per uscire immediatamente
dall’abitazione. Evita di andare in cucina, dove ci sono oggetti pericolosi, o in ambienti in prossimità
di scale e finestre.
Prepara uno zainetto utile per la fuga (tenendolo in un posto nascosto).
– Chiama il 112 nei seguenti casi:
1. in caso di aggressione fisica o di minaccia di aggressione fisica;
2. in caso di fuga con minori (per evitare una denuncia per sottrazione di minori);
3. se il maltrattante possiede armi.

Per chi subisce stalking:
– Chiama il 1522 o consulta la sezione mappatura del sito www.1522.eu o utilizza le app App1522 e
YouPol per avere i contatti dei centri antiviolenza e poterti anche confrontare con un legale.
Prepara un diario dei fatti accaduti.
Conserva messaggi, chiamate, lettere, email e tutta le prove relative allo stalking.
– Cambia le abitudini per confondere lo stalker.
Cambia le password di tutti i propri social network e la casella postale elettronica.
Informa colleghi, datori di lavoro, amici e parenti per creare una rete di aiuto.

La App1522 per smartphone è scaricabile attraverso i sistemi più diffusi di IOS e Android, ripropone
alcune sezioni informative del sito e facilita la comunicazione in chat e l’interazione con le operatrici. La App1522 ha anche all’interno l’accensione di emergenza di luce e segnali sonori, nonché la possibilità di effettuare una chiamata veloce al 1522.

Con l’app YouPol è possibile segnalare i reati di violenza domestica e trasmettere in tempo reale
messaggi agli operatori della Polizia di Stato. Le segnalazioni sono automaticamente geo-referenziate,
ma è possibile modificare il luogo in cui è avvenuto il reato. Inoltre, si può chiamare il numero unico di emergenza (112) direttamente dall’app (dove non è ancora attivo risponderà la sala operativa 113 della Questura). Anche i testimoni diretti o indiretti di un episodio di violenza domestica possono segnalare il fatto all’autorità di polizia inviando un messaggio, magari accompagnato da una foto o da un video.

YOUPOL: VIOLENZA DOMESTICA, LA APP DELLA POLIZIA DI STATO RIPENSATA PER L’ISOLAMENTO

 

Pubblicato in: Sanità, Città, Hinterland Tags: , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .