LECCO/NON ERA UN FINTO CIECO,
ASSOLTO L’UOMO PEDINATO
PERCHÉ LEGGEVA I NECROLOGI

LECCO – Giocava al Lotto, attraversava la strada e leggeva i necrologi esposti nelle bacheche comunali. Tuttavia il 56enne residente tra Lecco e la Brianza ha davvero una grave invalidità visiva dunque è stato assolto dall’accusa di essersi finto cieco.

La vicenda è stata portata in tribunale dagli investigatori della guardia di finanza, che nel 2014 lo pedinarono per mesi scoprendo che si muoveva fuori casa con una certa autonomia e senza gli ausili che nel senso comune rimandano a difficoltà visive, fino ad  incastrarlo con le riprese di un circuito chiuso di un locale che frequentava.

Inevitabile così la denuncia e di conseguenza la sospensione dell’indennità Inps che percepiva dal 1998. Dovette restituire circa 60mila euro, secondo le accuse percepiti indebitamente, e subì il sequestro di altri 50mila euro per tutelare il debito con lo Stato.

Durante il processo però l’uomo è stato sottoposto a due perizie, una chiesta dalla Procura e l’altra dalla difesa, ed entrambi i luminari hanno confermato alla Corte l’invalidità dell’imputato, ovvero una cecità superiore al 70%. Il pm ha quindi chiesto l’assoluzione del presunto finto cieco, accolta dal giudice Paolo Salvatore.

RedCro

 

DAL NOSTRO ARCHIVIO

LA VIGNETTA DELLA SETTIMANA:
QUEL “CIECO” DAVA NELL’OCCHIO

LECCO – Ha suscitato grande scalpore la vicenda del falso “cieco assoluto” scoperto dalla Guardia di Finanza lecchese anche grazie a…
.
.

LECCO: ‘CIECO ASSOLUTO’,
GIOCAVA AL LOTTO
E LEGGEVA NECROLOGI

LECCO – Non guardarmi: non ti sento. Scoperto e denunciato “falso invalido” che ha percepito per anni l’indennità come cieco assoluto. Nell’ambito…
.
.
Pubblicato in: Città, Nera Tags: , , , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .