NUOVO COMUNE PER LECCO:
GATTINONI BOCCIA E RIVENDE
LA SEDE DELL’EX POLITECNICO

Sopralluogo del consiglio comunale in via Marco d’Oggiono. Anno 2018

LECCO – Presentata lunedì sera, nel corso della commissione consiliare congiunta I e II, la proposta di variazione del “Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari” per il triennio 2021-2022-2023. All’interno viene proposta l’alienazione del complesso immobiliare dell’ex Politecnico di via Marco d’Oggiono 18, che ne comporterà la messa in vendita e l’avvio di un percorso di ricerca di una nuova sede comunale.

“La nuova sede comunale è una questione indispensabile e indilazionabile per la quale oggi, grazie alle leggi sulla rigenerazione urbana e ai fondi in arrivo dal PNRR, è possibile pensare a una soluzione nuova, più efficiente per i cittadini e più rispondente alle esigenze dei servizi comunali” spiega il sindaco di Lecco Mauro Gattinoni.

“Come Amministrazione abbiamo riconosciuto che la soluzione precedentemente prospettata, quella dell’immobile di via Marco d’Oggiono 18, non fosse alle condizioni di oggi quella logisticamente ed economicamente più funzionale. Le evidenze tecniche hanno, infatti, reso plastiche alcune criticità: il parziale finanziamento della ristrutturazione della sede, l’ubicazione di 70 posti lavoro nel piano seminterrato, la capienza di 268 persone a fronte dei quasi 360 dipendenti comunali, con la necessità di dover mantenere la sede di palazzo Bovara e, conseguente, di una costosa ristrutturazione”.

La variazione al “Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari” presentata oggi verrà sottoposta al voto del Consiglio Comunale, in programma per il prossimo 2 novembre 2021, congiuntamente alla variazione del “Bilancio di previsione” per il prossimo triennio, nel quale pertanto non figurano più le risorse economiche per la ristrutturazione della sede di via Marco d’Oggiono.

“A quel punto si aprirà un’indagine di mercato volta a valutare se a Lecco vi siano immobili con caratteristiche tecniche ed economiche congrue per la nuova sede comunale, ossia con tempi di riqualificazione sostenibili, che possano garantire spazi adeguati per accogliere in un unico stabile tutti gli uffici comunali sparsi oggi in diverse sedi e che possano ricevere dignitosamente i cittadini”. Tuttavia diverse anticipazioni già indicano come probabile scelta il palazzo di piazza Garibaldi già sede della Banca Popolare di Lecco.

 

Pubblicato in: politica, Città, Economia Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 112021 .