NUOVO MUNICIPIO NELL’EX BPL,
APPELLO E ‘LECCO MERITA’
DURISSIMI SU MARIA SACCHI:
“MENTE SAPENDO DI MENTIRE”

Si può tergiversare, edulcorare le argomentazioni, ma se si è un amministratore , un assessore comunale mentire ad una commissione consiliare è gravissimo. Ieri sera è andata in scena la commissione Prima del Comune di Lecco incalzata dalle nostre domande di chiarimento sulla situazione riguardante il nuovo municipio e la relazione della commissione presieduta da Luca Gilardoni l’assessore [Maria Sacchi, ndr] ha risposto indispettita che non si “possono dare risposte se nemmeno chi governa ha visto i documenti” e “nessuno ha visto niente nemmeno gli assessori e i consiglieri di maggioranza”.

Ieri sera i consiglieri Corrado Valsecchi e Emilio Minuzzo hanno fatto una richiesta di accesso agli atti prontamente soddisfatta dagli uffici competenti che hanno trasmesso non solo il protocollo, ma anche il testo della relazione depositata al protocollo comunale il 28 febbraio 2022. Quindi stante a quello che ha affermato l’assessore ai lavori pubblici ieri sera, i consiglieri di opposizione vedranno la relazione prima dell’assessore competente e del Sindaco dopo 17 gg dal deposito.

La gravità della situazione non può non farci interrogare se l’assessore che ha mentito sapendo di mentire può rimanere al suo posto? Un atto gravissimo che mina il rapporto di reciprocità e fiducia tra rappresentanti dell’istituzione.

Chiediamo al sindaco se non ritiene doveroso prendere provvedimenti immediati verso un comportamento irresponsabile e inadeguato di un suo assessore.

Non si può far finta di nulla e soprattutto ci aspettiamo che il sindaco intervenga evitando di essere coinvolto in una vicenda di menzogne che non possono essere tollerate da chi intende rappresentare la comunità.

Corrado Valsecchi – Appello per Lecco
Emilio Minuzzo – Lecco merita di +

Pubblicato in: Città, Cronaca, Economia, politica Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati

GixSoft88 Rev. 022022 .