PISTOLA SULL’AUTOBUS,
ASSOLTO IL VIGILANTES

LECCO – Non usò la pistola di fronte al passeggero senza biglietto, la guardia giurata è stata assolta dalle accuse di violenza privata e minacce aggravate con arma.

Il vigilantes è finito nei guai insieme a un collega quando nell’ottobre 2019 fermarono su un autobus di Linee  Lecco un passeggero extracomunitario di 29 anni senza biglietto. Questo venne fatto scendere dal mezzo e, secondo l’accusa, venne usata violenza.

L’altro vigilantes ha chiuso il conto con la giustizia in sede di udienza preliminare mentre Girolamo Iacono ha fatto valere le sue ragioni nel processo. Le immagini del sistema di videosorveglianza del bus hanno chiarito l’episodio dimostrando che Iacono non ha usato violenza né tantomeno la pistola in dotazione.

DALL’ARCHIVIO

PISTOLA SULL’AUTOBUS? IL PASSEGGERO RITIRA LA DENUNCIA AL VIGILANTES

LITE COI VIGILANTES SUL BUS: VISIONATI TRE VIDEO. PROCESSO AGGIORNATO

BUS/VIGILANTES CON LA PISTOLA MINACCIANO UN PASSEGGERO. NEL PROCESSO FILMATI E TESTI

RISSA VIGILANTES-SENEGALESE SUL PULLMAN: UN CONTROLLORE RINVIATO A GIUDIZIO (LESIONI), L’ALTRO “MESSO ALLA PROVA”

LITE SUL PULLMAN, TRE FERITI. PROTAGONISTI UN SENEGALESE E DUE “VIGILANTES”

 

 

 

Pubblicato in: Città, Cronaca Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati


GixSoft88 Rev. 022022 .