RAZZISMO SUGLI AUTOBUS:
IL VIDEO APRE GLI OCCHI
SU PIÙ DI UN PROBLEMA

LECCO – Mele marce sì, casi isolati no. Tra i controllori dei bus lecchesi atteggiamenti arroganti, più o meno velati di razzismo, se non sono la prassi non si può certo dire siano rari.

Pochi individui, che forse interpretano con eccessivo slancio il ruolo di ‘security’ e la divisa, ma sufficienti a gettare in cattiva luce tutti i colleghi. Fino a ieri col passaparola tra i viaggiatori, oggi con un filmato che ha fatto il giro dei notiziari.

Ben venga allora la coraggiosa passeggera che smartphone alla mano ha immortalato il teatrino. Suo il merito di aver sottoposto il pessimo spettacolo agli occhi della comunità, perché nero su bianco c’è finito più volte restando però all’ombra di protocolli e smentite.

Ora le aziende, le parti sociali e i partiti non potranno più scansarsi dal problema. Che non è solo del “cattivo controllore” in una società bianca e machista, ma anche di un sistema che si avvantaggia nel demandare ad altri competenze di cui non doversi ritenere responsabili.

RedLc

LEGGI ANCHE

ANCHE IL COMUNE DI LECCOCONDANNA L’EPISODIO DI RAZZISMO SULL’AUTOBUS

CITTÀ/LINEE LECCO SI SCUSA E CHIEDERÀ PROVVEDIMENTI PER IL CONTROLLORE ‘CIVIS’

RAZZISMO SULL’AUTOBUS? CORRADO VALSECCHI CRITICA: “LINEE LECCO CHIEDA SCUSA”

 

Pubblicato in: Cronaca, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .