CALCIO, LECCHESI NEL PALLONE:
LE ULTIME PARTITE DELL’ANNO
E DITA INCROCIATE PER GENNAIO

LECCO – La mannaia del Covid-19 si ripresenta abbattendosi anche sulle “teste” del calcio. Diverse le gare rinviate, da Benevento-Monza a Lecce-Vicenza, a molteplici incontri della Premier inglese, ma anche a Lecco-Pro Vercelli causa ben cinque casi di positività riscontrati nelle fila blucelesti. Insomma la battaglia con la pandemia è lontana da essere vinta, anzi le previsioni tutt’altro che incoraggianti aprono scenari poco lusinghieri, vedremo.

Torniamo al pallone che rotola; in serie A vince 2-0 la Juventus di Manuel Locatelli contro il Cagliari (lui viene impiegato dal 37’s.t). Nella terza serie al palo il Lecco; grazie al successo esterno (0-2) di Catania balza solitario al secondo posto della classifica del girone meridionale il Monopoli del tecnico di Cesana Brianza Alberto Colombo. Divide la posta (1-1) con la Fidelis Andria la Juve Stabia dell’olginatese Jacopo Scaccabarozzi, anche se il ragazzo s’accomoda in panchina. Perde il Catanzaro del difensore di Lierna Riccardo Gatti (90’) sconfitto a Francavilla 2-1, cede le armi anche il Renate del galbiatese Marco Anghileri (2-0) a Padova, il capitano delle pantere resta in capo 90’ ma perde lo scontro al vertice (si affrontavano le due seconde) del girone A. Un pesante cappotto e non solo per le condizioni climatiche lo indossa il Cesena del difensore di Lecco Andrea Adamoli (in panchina) sconfitto 4-1 a Gubbio e anche nelle fila del team umbro, l’ex olginatese Dodou Mangni resta fermo a guardare in panca l’evolversi dell’incontro. Infine L’Entella del jolly meratese (90’) Luca Barlocco espugna 0-2 il campo del Teramo e vince il derby lecchese con l’atleta di Bellano Andrea Arrigoni che disputa 90’ tra i locali.

Ora tutti fermi sino all’otto gennaio 2022, si festeggiano le festività legate al Natale nella speranza che la Befana nella calza possa introdurre tanta serenità e salute, e magari la formula giusta per mettere definitivamente ko un virus duro da debellare.

Un sguardo alle classifiche al termine dell’anno solare: nel girone A comanda il Sudtirol a quota 44 seguito a due incollature dal Padova, poi ecco la coppia formata da Feralpisalò e dal Renate di Anghileri a 39, nono il Lecco (24) a -11, Seregno fermo a 23. Nel girone B sono due a dividersi la poltrona di leader: Reggiana a Modena davanti a tutti (48 punti), segue il Cesena di Adamoli a quota 39, quarto l’Entella di Barlocco (33), quindi settima piazza per il Gubbio di Mangni a 29, e 16esima casella occupata dal Teramo (19) di Arrigoni. Nel girone meridionale resta in vetta il Bari (44) davanti al Monopoli di Colombo, distanziato di sette punti, segue il Catanzaro di Gatti, settimo a quota 3, 11esima la Juve Stabia di Scaccabarozzi con 26 punti all’attivo.

Alessandro Montanelli

 

Pubblicato in: Calcio, Città, Hinterland, Sport Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati