SACCO ROSSO, A LECCO
ADESSO VIENE ISTITUITO
L’OBBLIGO DI UTILIZZO

LECCO – Firmata dal sindaco di Lecco Mauro Gattinoni l’ordinanza relativa all’obbligo di utilizzo del sacco rosso per la raccolta indifferenziata (oggi distribuito all’85%). Dal 1° luglio 2021 è stata, infatti, avviata in tutta la città la nuova raccolta della frazione “indifferenziata” dei rifiuti: il sacco trasparente non viene più ritirato ed è stato sostituito con il sacco rosso dotato di un microchip (tecnologia RFID), che collega ogni sacco all’utenza specifica, permettendo di conteggiarne automaticamente i conferimenti.

Dopo la fase informativa e di distribuzione, seguita da quella di sperimentazione a seguito del confronto con i cittadini e le diverse categorie, si avvia, così, la terza fase della misurazione. Da oggi, quindi, chi non rispetta potrà incorrere in una sanzione amministrativa da 70 € a 420 €.

Tramite l’ordinanza si istituisce l’obbligo per tutte le utenze (domestiche e non domestiche) di utilizzare i soli sacchi rossi dotati di codice RFID forniti dal Comune di Lecco in sostituzione di qualsiasi altra tipologia di sacco, secondo il calendario previsto e le attuali modalità (pieno e ben chiuso). Su richiesta è possibile ritirare e utilizzare i sacchi azzurri per il conferimento di pannolini e altri dispositivi ausiliari assorbenti (es. pannoloni, traversine da letto) da esporre insieme al sacco rosso. Inoltre, per le utenze non domestiche attualmente dotate di cassonetto dei rifiuti indifferenziati, è consentito l’esclusivo utilizzo degli stessi cassonetti, cui verrà apposto a cura di Silea un codice RFID identificativo dell’utenza; pertanto, diviene vietato l’utilizzo di sacchi e cassonetti non provvisti di RFID e il conferimento dei rifiuti sfusi.

In caso di utilizzo di sacchi o cassonetti non conformi non verrà effettuato il ritiro del rifiuto. Il mancato ritiro sarà evidenziato mediante apposizione di un’etichetta di non conformità e comunicato al Comune, anche ai fini dell’applicazione delle sanzioni amministrative in violazione dell’ordinanza. In caso di non conformità rilevata e mancato ritiro, l’utente dovrà provvedere a ricondurre il sacco all’interno della proprietà e procedere a una corretta esposizione nel turno successivo previsto dal calendario di raccolta.

Ricordiamo che per tutto il mese di luglio è ancora possibile ritirare il sacco rosso presso l’Ecosportello, in via Marco D’Oggiono, 18/a (ex sede Politecnico). Il servizio è aperto dal lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 15 e il sabato dalle 8.30 alle 12: è garantita la distribuzione di tutti i contenitori (carta, vetro) e i sacchetti (umido, viola) previsti per gli utenti, compresi i sacchi rossi che non si vendono in negozi e supermercati. Per maggiori informazioni è possibile consultare il sito del Comune di Lecco o di Silea Spa.

Pubblicato in: tecnologia, politica, Ambiente, Città, Economia Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .