SCACCHI E SFIDE INFORMATICHE:
PROSEGUONO “A DISTANZA”
LE ATTIVITÀ DEL GEMELLAGGIO

LECCO – Il lockdown che colpisce tutta l’Europa continentale non è di ostacolo alle attività del Comitato dei Gemellaggi di Lecco. Grazie alle tecnologie informatiche, è possibile mantenere
e sviluppare contatti e relazioni con le città gemelle, in particolare, in questo periodo, con
Mytishchi (Russia) e Szombathely (Ungheria).

Già lo scorso anno, grazie all’iniziativa di Mytishchi, la città di Lecco ha partecipato ad una mostra fotografica per ricordare il 75° anniversario dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Le immagini inviate da Lecco si sono concentrate sulla lotta partigiana in città e sulle montagne circostanti, mentre molto apprezzate sono state le immagini dello Stadio Rigamonti che ha ospitato il Presidente della Camera dei Deputati, Sandro Pertini, per la consegna della Medaglia d’Argento al valor militare alla Città di Lecco.

Quest’anno ci sono due importanti appuntamenti per l’inizio di maggio:
Il 1° maggio, a partire dalle 16, si disputerà la “Battaglia delle Città Gemellate” un torneo di scacchi online organizzato da Szombathely e al quale parteciperà l’associazione scacchistica “Boris Spassky” di Lecco.

Il giorno seguente, 2 Maggio, è in programma un concorso per studenti di scienze informatiche tra i 12 e i 18 anni. Il concorso, organizzato dalla Città di Mytishchi, prevede la partecipazione di numerose squadre provenienti da 13 diversi Paesi. I compiti saranno divisi per temi: compiti di programmazione, attività di web design, e compiti teorici. Il Comitato di Lecco ha coinvolto la Direzione dell’Ufficio Scolastico Provinciale, i Sindacati della Scuola e le Associazioni di Categoria, e si aspetta un risposta positiva dagli Istituti Superiori del territorio.

Il Consiglio Direttivo del Comitato Gemellaggi, presieduto da Giorgio Rusconi, non ha mai smesso di adoperarsi per mantenere vivi i rapporti con le città gemellate malgrado le problematiche e intende dare ora nuovo impulso ai programmi che sono stati bloccati dalla pandemia.

Il monumento ad Alphonse de Lamartin, Macôn

Il Comune di Lecco appoggia con entusiasmo la volontà di proseguire quanto iniziato nel lontano 1973, quando il Sindaco Guido Puccio firmò il primo patto di gemellaggio con la città francese di Mâcon, cui hanno fatto seguito Overijse (Belgio), Igualada (Catalogna), Szombathely (Ungheria) e infine Mytishchi (Russia).

“Intendiamo proseguire e rilanciare le attività di scambio culturale e sportivo – spiega Giorgio Rusconi – per rafforzare la vicinanza tra le nostre città, favorire la partecipazione di giovani e studenti, e riavvicinare le persone dopo questo lungo periodo di disagio. Presto potremo contare sull’apertura dell’Ostello della Gioventù e vorremmo riprendere le iniziative di ospitalità nelle famiglie, tanto praticate in passato”.

“Il Comitato dei Gemellaggi è aperto a tutti i cittadini di Lecco e dintorni che possono aderire e partecipare attivamente, portando entusiasmo e la curiosità di conoscere persone che vivono in contesti diversi, prendendo parte ad iniziative culturali, enogastronomiche, sportive o confrontandosi in esperienze lavorative simili, svolte in ambienti culturali diversi”.

“D’intesa con il sindaco – conclude Rusconi – stiamo investendo in comunicazione per portare i
nostri concittadini, le scuole e le associazioni di categoria a conoscere meglio l’attività passata
e futura del Comitato dei Gemellaggi”.

Pubblicato in: Cultura, Dal mondo, Eventi, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .