‘SCAIOLI INTERVISTA SCAIOLI’,
IN STREAMING L’EVENTO
DELLA CONSULTA MUSICALE

LECCO – Confermato l’atteso evento “Il Maestro Scaioli intervista il Maestro Scaioli“, all’interno della rassegna “L’Opera siamo noi – i nostri maestri si raccontano” curata dalla Consulta Musicale di Lecco. Il terzo appuntamento è quindi previsto per sabato 30 gennaio alle 21, con un’intervista esclusiva tra i maestri Antonio e Giuseppe Scaioli, in cui il figlio intervisterà il padre sui grandi aspetti della vita musicale tracciata in modo indelebile sul territorio. Nasceranno confronti interessanti tra due generazioni della stessa famiglia che hanno cresciuto, nella nostra Città, un gran numero di persone nella passione per la musica.

“È il risultato di un territorio ricco di musica e di volontà, – spiega il presidente della Consulta Musicale Michele Casadio – ancora una volta, grazie ai maestri dei nostri gruppi associati, possiamo vivere grandi momenti come questo, seppur in streaming. Batte ancora forte il cuore della comunità musicale della nostra città, che non vede l’ora di poter tornare in scena nonostante quest’anno sia già in bilico tra preoccupazioni, difficoltà gestionali, artistiche e legate agli organici, da mesi immobili sul fronte sia delle prove che delle esibizioni”.

Ricordiamo brevemente i ruoli principali che i due maestri hanno all’attivo, Giuseppe Scaioli è fondatore ed è stato direttore per cinquantasei anni del Coro Grigna dell’A.N.A. di Lecco, clarinettista e compositore in attività, ultimamente ha edito con la Casa Musicale Edizioni Carrara di Bergamo “Continuiamo a scrivere – decade di canti per cori curiosi”, ed il figlio, Antonio, cresciuto facendo proprio il grande valore della musica trasmesso dal padre, è l’attuale direttore dell’Accademia Corale di Lecco; pianista ed anch’egli compositore, porta avanti la sua missione giorno dopo giorno incentivando le nuove generazioni ad appassionarsi al linguaggio musicale anche attraverso l’insegnamento.

La Consulta Musicale di Lecco, ringraziando il Comune di Lecco, ricorda che l’iscrizione all’evento è obbligatoria. Occorre inviare una mail con il proprio nome (ed eventualmente dell’associazione musicale di appartenenza) e il proprio indirizzo mail a: consultamusicale@gmail.com. La piattaforma è Google Meet, quindi si potrà accedere senza problemi tecnici attraverso un indirizzo di posta elettronica Gmail.

 

 

Pubblicato in: Cultura, Eventi, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .