SCUOLA: ECCO I 100 E LODE NEGLI ISTITUTI SUPERIORI LECCHESI

ELENA TAGLIAFERRILECCO – Un’annata memorabile terminata con l’eccellenza. Per alcuni giovanissimi l’anno scolastico non si sarebbe potuto concludere meglio. Sono tre i 100 e lode usciti dalle scuole superiori di Lecco, due all’istituto Badoni e una all’Alessandro Manzoni.

“Mi aspettavo un voto alto – afferma Elena Tagliaferri – ma non pensavo di raggiungere la lode”. La giovane, 19 anni il prossimo 27 dicembre, residente a Germanedo di Lecco, è uscita con il massimo dei voti dal liceo linguistico. “Sono davvero contenta per il risultato – continua – e quando ho saputo del voto, perché mi ha telefonato una professoressa, è stata una grandissima emozione”. Arrivata alla maturità con una tesina sul fallimento della rivoluzione russa, Elena era preoccupata “non tanto per le prove, ma per il carico di studio”. In particolare ciò che la preoccupava di più era l’orale. “Bisogna saper parlare – spiega – in meno di un’ora bisogna vendere la propria immagine. Mi ha fatto pensare molto prima”. Poi però la studentessa è riuscita a superare brillantemente tutte le prove. “Non è stato traumatico come credevo, anzi”. E ora, dopo un periodo di relax, una vacanza al mare nel mese di agosto e l’iscrizione alla scuola guida – che la spaventa più della prova appena conclusa – penserà a cosa fare nel futuro. “Mi iscriverò all’università – confida – anche se non so ancora in quale facoltà. Ho studiato inglese, tedesco e spagnolo, fra qualche anno mi piacerebbe viaggiare per lavoro e usare le lingue che ho studiato”.

mario gianolaMario Gianola dichiara di “aver sperato nella lode” e, visto il risultato l’obiettivo è centrato. Proveniente da Premana, 19 anni, il giovane ha frequentato Elettrotecnica al Badoni. “La prima e la seconda prova le ho affrontate senza troppi problemi – racconta – la terza invece mi preoccupava di più, visto che c’erano più materie, anche se alla fine non ho avuto grossi disagi”. La tesina preparata dal ragazzo ha descritto i problemi energetici e la scomparsa del petrolio. “Mi è piaciuto molto l’argomento – sottolinea – infatti m’iscriverò a Ingegneria energetica al Politecnico. Prima però andrò a Rimini con i miei amici e poi in montagna”. La lode di Mario ha una dedica speciale: alla mamma, che quest’anno ha passato periodi difficili.

stefano rovelliStefano Rovelli arriva da fuori Lecco, da Veduggio con Colzano. Ha frequentato il liceo scientifico tecnologico al Badoni, dove pochi giorni fa ha preso il massimo dei voti. “Era il mio obiettivo – rivela– arrivavo alla maturità con il massimo dei crediti”. Non particolarmente preoccupato per gli esami, il giovane giura di “non sentire molto la tensione”, anche se la seconda prova, matematica, non gli ha fatto dormire sonni tranquilli. “Avevamo la stessa prova dei licei sperimentali, che solitamente è più difficile – spiega Stefano –, ma poi mi è andata bene”. A ottobre inizierà la facoltà di Economia e finanza alla Bocconi di Milano. “È una materia che mi piace molto, spesso leggo giornali di settore anche in inglese. E come tesina ho portato un lavoro sull’economia”. Nel futuro Stefano non esclude esperienze all’estero. “Lì ci sono opportunità maggiori – afferma – e mi piacerebbe studiare o lavorare fuori dall’Italia”.

 

 

Pubblicato in: Giovani, Città Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .