OKTOBERFEST BALLABIO 21

SICUREZZA PRECARIA IN CITTÀ,
‘LECCO MERITA’ IN VIALE TURATI:
“PERPLESSITÀ SULL’ORDINANZA”

Nella giornata di ieri, insieme a Peppino Ciresa, abbiamo incontrato Padre Gabriele e alcune attività di Viale Turati per approfondire la situazione che ha portato alla chiusura dell’oratorio e a diverse ordinanze da parte dell’amministrazione.

La nostra preoccupazione è infatti quella di ripristinare al più presto questo luogo di aggregazione per il rione e per le famiglie che lo abitano.

Permangono delle perplessità in merito all’ordinanza che determina il divieto di somministrazione di bevande alcoliche, sia perché colpisce solo i locali del viale e non quelli delle zone limitrofe (che si trovano a pochi passi), sia perché non impedisce ai ragazzi di recuperare in altro modo (o in altre zone cittadine) bevande alcoliche. Inoltre l’ordinanza non ha solo una ripercussione economica sulle attività del Viale, ma comporta anche un aggravio di lavoro per i titolari obbligati a ritirare alle 19 tutti i tavolini all’aperto.

Siamo invece soddisfatti degli interventi delle forze dell’ordine e della chiusura dei due locali al centro della bufera, perché riteniamo indispensabile il pugno di ferro in queste situazioni che sono ormai sfuggite di mano a sindaco e giunta.

Quello che riteniamo ancora essere imprescindibile è aumentare al più presto l’organico delle forze dell’ordine: in caso contrario infatti ci troveremo con nuove zone fuori controllo, soprattutto se le volanti a disposizione rimarranno “fisse” sul viale. Dopo il centro e Vial Turati, quale sarà il prossimo luogo dove proliferano disordini e soprattutto droga, la vera piaga di cui nessuno dell’amministrazione vuole parlare?
Inoltre, come abbiamo ribadito più volte, è necessario non solo un aumento delle telecamere in città, ma soprattutto la verifica del funzionamento di quelle esistenti: non è possibile infatti intervenire a posteriori (come avvenuto sul Viale) per mettere una pezza a questi continui malfunzionamenti.

Infine riteniamo essenziale aumentare l’illuminazione di alcune zone della città, dove emerge con sempre maggiore evidenza una problematica di spaccio che rende insicura Lecco per i residenti, costretti ormai a non uscire dalla propria casa.

Ci auguriamo quindi che le nostre parole non vengano ancora una volta derubricate ad un atteggiamento di eccessivo allarmismo: purtroppo la situazione è talmente grave da dover essere affrontata e risolta immediatamente. Invitiamo il Sindaco a passare meno tempo nelle aule universitarie per affrontare convegni sui massimi sistemi e a trascorrere invece le sue giornate per le strade della nostra città: forse riuscirebbe a rendersi conto che il cambio di passo sta portando Lecco ad essere solamente pericolosa e invivibile per i suoi stessi cittadini!

Emilio Minuzzo
Simone Brigatti
Gianni Caravia
Lecco Merita di Più

Pubblicato in: Lettere a LeccoNews, Giovani, politica, Cronaca, Città, Economia, Nera Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .