“SOS MEDICI DI BASE”:
ANCHE NEL LECCHESE
LA PETIZIONE DEL PD

LECCO – Il PD Lecchese promuove la mobilitazione del PD Lombardo “SOS MEDICI DI BASE” con banchetti su tutto il territorio e molti volontari impegnati nella raccolta firme per tutta la settimana.

“Richiamiamo l’attenzione di tutti i cittadini su un tema così importante, – afferma Manuel Tropenscovino segretario provinciale PD – raccoglieremo le firme per chiedere alla Regione di garantire una sanità territoriale adeguata alle esigenze della popolazione. In molti Comuni e territori lombardi mancano all’appello Medici di Base e Pediatri di libera scelta, causando molto disagio a tutta la cittadinanza ed in particolare alle fasce più fragili, se abbiamo imparato qualcosa dalla pandemia è che non possiamo più permetterci questa situazione, anche nella nostra Provincia.

È un’emergenza che nasce da lontano e che il PD regionale denuncia da anni, mentre la Lega, che governa da più di 20 anni la Lombardia, ha dapprima sostenuto che i “medici di base erano superati” e ora, con grande demagogia, sostiene che la responsabilità politica è a carico dello Stato. Nemmeno un mese fa l’assessore Moratti dichiarava che non esiste un problema di carenza di medici di medicina generale, ma è solo un problema di organizzazione.”

Con questa mobilitazione il Partito Democratico chiede che:
– vengano messi in campo più incentivi per invogliare i medici a insediarsi negli ambiti carenti, dando ambulatori gratuiti e aiuti (bonus) per il personale infermieristico e di segreteria.
– le borse di studio vengano aumentate ed equiparate a quelle delle specializzazioni ospedaliere e che vengano programmate per tempo le sostituzioni
– i Medici di Base mancanti, in situazioni di grave emergenza, possano essere sostituiti in tutto e per tutto da altri professionisti che, pur non avendo la specializzazione, hanno però maturato una significativa esperienza (ad esempio in ospedale o con le USCA).
– vengano semplificate le procedure di “scelta e revoca” del Medico di Base.
si riducano gli adempimenti burocratico-amministrativi a carico dei Medici di Base e di Pediatri di libera scelta.

“Sono tutte azioni che si possono fare subito e che sarebbero un primo passo importante: innanzitutto per tamponare l’emergenza, in attesa che gli interventi strutturali portino i loro frutti, comunque in tempi medio-lunghi. Serve una risposta ora – conclude il segretario PD – perché la sanità territoriale, pubblica, garantita ed accessibile a tutti torni una delle priorità anche della giunta regionale.”

È possibile aderire alla mobilitazione firmando online al link https://pdlombardia.it/sos-medici-di-base/#petizione oppure presso uno dei seguenti banchetti:

BARZANÒ 2 APRILE MERCATO 8,30-12,30
LECCO 2 APRILE P.ZZA GARIBALDI 9.00-12,30
BELLANO 2 APRILE PIAZZA GROSSI 9,00-12,30
OLGIATE MOLGORA 7 APRILE MERCATO 9,00-12,30
OGGIONO 8 APRILE MERCATO 9,00 12,30
MERATE 9 APRILE PIAZZA PRINETTI 9,00-12,30

Pubblicato in: Città, Economia, Hinterland, lavoro, politica, Sanità Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati

GixSoft88 Rev. 022022 .