SPORT, CORSA IN MONTAGNA:
TORNA TRA TRADIZIONI E NOVITÀ
IL TROFEO ADELFIO SPREAFICO

LECCO – Torna, dopo due anni di stop dovuti alla pandemia, quella che ormai è diventata una classica della corsa in montagna della provincia di Lecco, il Trofeo Adelfio Spreafico.

Dopo aver festeggiato la 10ª edizione nel 2019 con una variazione della parte finale del percorso, quest’anno si torna al classico percorso di poco più di 5 km con 790 metri di dislivello positivo in un’unica salita e con il tratto di discesa fino all’arrivo.

L’appuntamento è per lunedì 25 aprile con la partenza in linea prevista alle 9:30 al piazzale della funivia per i Piani d’Erna. L’ascesa ripercorre parte dello storico Sentiero n° 1, transitando per la località Costa ed il Rifugio Stoppani, per poi deviare a sinistra e imboccare il ripido Sentiero della Sponda fino alla Croce del Pizzo d’Erna. Da qui la discesa sull’ampia carrareccia fino ai verdi prati attorno al Rifugio Marchett, dove è posto l’arrivo.

“Adelfio Spreafico, classe 1940, è stata una persona fondamentale per il gruppo dei Falchi. Da sempre nel mondo della corsa sia come atleta che come organizzatore di gare, Adelfio si è poi affezionato ai Falchi, regalando al gruppo la sua simpatia, la sua generosità, il suo carisma e il suo altruismo. Purtroppo nel 2008 un male incurabile ha strappato Adelfio dall’affetto dei suoi cari e delle tantissime persone che hanno avuto la fortuna di conoscerlo. La gara in sua memoria è il modo di ringraziarlo, ricordando e mantenendo vivo il suo grande entusiasmo” spiegano gli organizzatori.

Il ricavato del Trofeo Adelfio Spreafico aiuta il GIMS (Gruppo di Impegno Missionario di San Giovanni) a sostenere i progetti delle Suore Figlie di S. Anna in Africa. Progetti che stavano molto a cuore ad Adelfio e che sosteneva attivamente in prima persona.

La manifestazione aderirà quest’anno anche al Progetto Africa&Sport. In zona iscrizioni si potranno consegnare le vecchie scarpe da running (ma in buono stato) che non vengono più utilizzate: verranno fatte avere a chi le userà ancora.

Tornando alla gara, cronometro alla mano, i tempi da battere sono quelli di Lisa Buzzoni (41’52’’ nel 2017) e di Nicola Golinelli (32’50’’ nel 2014).

Novità di quest’anno è la possibilità di partecipare alla “non competitiva”, iscrivendosi alla mattina. Come al solito, a margine della corsa dei grandi, verrà organizzata anche la SkyBaby, corsa non competitiva per i bambini da 5 a 10 anni. Il percorso sarà ricavato nella zona d’arrivo.

“I Falchi saranno ai nastri di partenza ma saranno soprattutto in cabina di regia con il supporto fondamentale dei numerosi e generosi sponsor, degli amici dell’APE Lecco, del GIMS, della Croce Rossa, del Soccorso Alpino, dei Cronometristi Lecchesi e di tutti i volontari che contribuiranno a rendere speciale una giornata in memoria di una persona altrettanto speciale” concludono.

Maggiori info sul sito dedicato. Iscrizioni on-line al portale. Tutti gli aggiornamenti sui canali social dei Falchi Lecco: Instagram e Facebook.

Pubblicato in: Città, Eventi, Sport Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati