TRENTA CONTAGIATI, LE POSTE
IN CRISI A LECCO CAUSA COVID.
LA CISL: “SERVE COMPRENSIONE”

LECCO – Uffici postali in difficoltà  causa della diffusione dei contagi da Covid – che certamente non risparmiano i lavoratori di questo comparto.

Una trentina i dipendenti di Poste Italiane a casa, come conferma il segretario provinciale della Cisl di categoria Antonio Pacifico: “Abbiamo molti casi di quarantena a vario titolo, e qualcuno anche ammalato – fortunatamente con lievi sintomi. Purtroppo sul fronte del servizio alla cittadinanza questa nuova ondata in provincia ha bloccato il processo di ripristino delle corrette aperture e, anzi, è stato necessario ridurre le giornate di apertura di alcuni uffici per garantire senza interruzione tutale il servizio”.

“Le procedure interne di sicurezza e sanificazione tengono e funzionano – precisa Pacifico -, occorre però da parte della cittadinanza un pochino di comprensione rispetto all’impegno di chi nn si è mai fermato e collaborazione nel rispetto delle obbligazioni e regole sanitarie di comunità”.

RedEco

Pubblicato in: Città, Covid-19, Cronaca, Economia, Hinterland, lavoro, Sanità Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 112021 .