UNA CITTÀ SUL PALCOSCENICO:
LA 24ESIMA EDIZIONE SI CHIUDE
CON IL CENACOLO FRANCESCANO

LECCO – La ventiquattresima rassegna di teatro amatoriale “Una città sul palcoscenico” si è conclusa con la compagnia di casa, quella dell’associazione “Il Cenacolo Francescano”, che ha portato in scena la commedia brillante di Chiara Pozzoli “Ripassi Domani”.

Uno chef pluristellato, Marco Bacco, prende in affitto un appartamento in un piccolo paesino di campagna per poter scrivere un libro di ricette della tradizione contadina ma un inaspettato equivoco lo fa abitare nella portineria di un palazzo abitato da personaggi diversi e anche stravaganti, così tra un equivoco e un altro la portineria diventa una sorta di confessionale in cui tutti i personaggi riescono a essere veri mettendo nudo le loro personalità.

A Marco, lo chef-portinaio interpretato brillantemente da Antonio Schiripo, si confessano Raffaele, un adolescente poeta che litiga con versi e metafore, e l’amata Cecilia, una ballerina che sogna di diventare famosa, interpretati da rispettivamente da Andrea Bonasia e Giulia Benedetti.

Nicoletta Paganoni e Angelo Contessi sono Norma e Aldo, una coppia che si è reciprocamente promessa di rispettare una dieta alimentare e un’attività fisica per tornare in forma nel giro di un anno, ma Norma ama cucinare e mangiare e Aldo utilizza la portineria per mangiare di nascosto dalla moglie.

Chiara Ciresa è Gloria, un soprano lirico che scopre la vera identità di Marco ma che promette di tenerla nascosta in cambio di una simpatia che nasce tra i due nonostante Luigi (Attilio Meoli) che la riempie di fiori senza nemmeno riconoscerla quando se la trova di fronte.

Un’altra coppia vive nel palazzo: quella formata da Samantha (Licia Latino), una donna in carriera abituata a comandare tutti e patita della moderna tecnologia, e da Gianfranco (Fabrizio Gianoli), il marito che perso il lavoro ne ha trovato un altro vendendo macchine di lusso. I due, gelosi uno dell’altro, grazie a Marco ritroveranno un’intesa più serena grazie alla gravidanza di Samantha.

Renata Colombo è invece La Luciana, come vuole essere chiamata da tutti: la classica inquilina un pò maniaca delle regole condominiali e sempre pronta a criticare tutti e tutto, ma grande esperta di torte paesane. Sonia (Elena Ripamonti) è una postina ossessionata dal dover e voler consegnare una lettera a un tale signor Vermigli che nessuno dice di conoscere ma che in realtà è un altro inquilino di questo caleidoscopico palazzo.

Martino Trentarossi Vermigli, interpretato da Riccardo Arigoni, da ben 45 anni ama Adele, una donna con cui ha avuto una storia durata un solo mese. Roberto Panzeri è stato Salvo Imprevisti, l’agente immobiliare che ha affittato un furbescamente l’appartamento allo chef.

Marco ha accettato la nuova mansione di portinaio, ha potuto scrivere il suo libro di ricette, a sei mani con Luciana e Norma, e far sì che il suo amico editore Pietro Capitani, interpretato da Marco Fabrizio, potesse pubblicare il libro.

L’intera compagnia, guidata dalla sagacia registica di Renato Viscardi, ha divertito il pubblico che ha riso e applaudito i momenti più comici e esilaranti della vicenda. La serata ha visto anche la presenza di Chiara Pozzoli, che era tra gli spettatori con alcuni degli attori che sotto la sua regia hanno messo in scena il medesimo testo in quel di Buccinasco.

Ultima ma non meno importante è stata la presenza della 5^D del liceo artistico Medardo Rosso, accompagnata dal dirigente scolastico e da alcuni insegnanti: gli alunni, infatti, hanno realizzato la scenografia dello spettacolo leggendo il testo e collaborando con il regista nell’ambito del progetto “Alternanza scuola – lavoro”.

 

 

Pubblicato in: Teatro, Città Tags: , , , ,

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .