SPELEOLOGO SALVATO IN 12 ORE.
AL LAVORO ANCHE LE SQUADRE DELLA DELEGAZIONE LARIANA

Schiaparelli rilievo top.IMG_0113VARESE – E’ fuori lo speleologo infortunato nella Grotta Schiaparelli, in località Campo dei Fiori nel comprensorio di Varese. Sono durate oltre 12 ore le operazioni di soccorso che hanno visto il Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico (CNSAS) impegnato nel recupero di N.M., colpito da un malore a quota -400 metri che lo ha costretto a fermarsi in attesa dei soccorsi.

Tre degli speleologi che erano con lui hanno rapidamente guadagnato l’uscita per allertare il 118 che ha provveduto a diramare l’allarme al CNSAS. Immediatamente sono partiti i soccorsi e sono stati coinvolti i tecnici della IX delegazione di soccorso speleologico, coadiuvati dai tecnici di soccorso alpino della XIX delegazione lariana del CNSAS.

La squadra sanitaria del CNSAS ha raggiunto il ferito e ne ha stabilizzato le condizioni, mentre la squadra tecnica ha provveduto ad allestire la grotta per il recupero su corda, consentendo all’infortunato di superare pozzi, strettoie e meandri che dal Salone Galileo (a – 200 m) portano fino all’ingresso della grotta, posto all’altitudine di 1115 metri sul livello del mare.

I sanitari del CNSAS hanno costantemente verificato le condizioni dell’infortunato, assistendolo lungo tutto il percorso e, una volta fuori, lo hanno affidato ai colleghi del 118, giunti con una ambulanza in prossimità dell’ingresso.

I tecnici del CNSAS stanno ora provvedendo a rimuovere gli attrezzamenti su corda che si sono resi necessari per il recupero dello speleologo e stanno portando all’esterno tutti i materiali che sono stati impiegati.

 

 

Pubblicato in: Montagna, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .