200KM SUI GHIACCI CON GLI ORSI
CHE AMMICCANO. L’AVVENTURA
DEI RAGNI SULL’ISOLA DI BAFFIN

LECCO – “Incredibile superare con sci e slitte quel tratto di oceano sul quale due anni fa passammo in barca. Siamo in giro da sei giorni, le foche e gli orsi polari ci ricordano che non siamo soli e le crepe nel ghiaccio ci dicono che la temperatura sta salendo rapidamente e che siamo arrivati appena in tempo! Piccoli aloni di congelamento alle punte dei piedi ma siamo in forma e pronti per scalare, e abbiamo accordato i nostri strumenti”. Sono le parole allegate all’unica foto inviata dall’isola di Baffin.

ragni isola di baffin

Hanno percorso circa 200 km in sei giorni su un fiordo ghiacciato i Ragni della spedizione all’Isola di Baffin, in Canada. Matteo della Bordella, Luca Schiera e Matteo De Zaiacomo sono partiti insieme a Nico Favresse e Sean Villanueva per aprire vie inedite sulle inesplorate pareti di quel mondo di roccia e ghiaccio che resta tra i pochi luoghi sul pianeta ancora da conosce.

“Avere il coraggio e la voglia di andarci così, beh, fatemi dire che in tutta la storia dell’alpinismo e della gioventù in generale è di pochi, pochissimi – riconosce Fabio Palma -. Molti guardano al passato con gigantesca retorica, ogni generazione dice la propria è stata indimenticabile e irripetibile, è così da sempre…di solito lo si dice per sminuire la gioventù che arriva, la gioventù ha sempre dato fastidio, in ogni epoca, perché arriva e ha sempre avuto nuove idee, ovviamente diverse da quelle precedenti, e non tutti sono così intelligenti da recepire la novità. Questi ragazzi hanno percorso sei giorni con una slitta e un carico enorme un fiordo ghiacciato, con gli orsi polari che ammiccavano. Senza nessun appoggio”.

Leggi tutto sul blog dei Ragni della Grignetta

Foto dal blog

 

 

Pubblicato in: Dal mondo, Montagna, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati