60 CARTOLINE PER LA GIUNTA:
CONSIGLI, SUGGERIMENTI
E C’È ANCHE UN “LEUCHESE”

francesca_bonacinaLECCO – Più di sessanta cartoline compilate e consegnate martedì in piazza Garibaldi durante l’iniziativa promossa dalla Giunta comunale “Un anno insieme a voi”. Tante le proposte ricevute e consegnate agli assessori di riferimento.

“Abbiamo riscontrato pareri molto positivi sull’iniziativa – commenta Francesca Bonacina, assessore alla Partecipazione del Comune di Lecco –. Le cartoline per la raccolta dei suggerimenti dei cittadini vanno nelle direzione di un confronto già attivato dal Comune, ad esempio con lo strumento di Lecco Partecipa Click, con gli incontri su temi specifici organizzati dagli assessori o con momenti come l’iniziativa degli Stati Generali del Welfare, spazio di confronto per la prima volta organizzato in città con numerosi soggetti coinvolti. A partire da questi elementi, stiamo predisponendo una serie di incontri nei rioni: appuntamenti con cadenza fissa, aperti alla popolazione e a tutti i consiglieri, alla presenza del sindaco e degli assessori. L’obiettivo è ascoltare i cittadini, raccogliere le loro istanze e restituire risposte puntuali. Invito pertanto i lecchesi a continuare a dialogare con ciascuno di noi con il mezzo di comunicazione che preferiscono, sia questo nuovo ciclo di incontri pubblici, sia internet o nuove idee come quella delle cartoline. Il nostro obiettivo è continuare a migliorare la nostra città a partire dall’ascolto dei bisogni dei cittadini”.

A seguito dell’incontro pubblico Un anno insieme a voi… avvenuto martedì 19 luglio in piazza Garibaldi dove la Giunta comunale ha ripercorso il primo anno di mandato, sono state raccolte dai cittadini le seguenti proposte (anche se qualcuna è particolarmente “fantasiosa”):

Gaia Bolognini:

  • La nuova sede del Comune presso ex banca in piazza Garibaldi
  • Valorizzazione della città in funzione del turismo
  • Un lungolago simile a Malgrate dove si possa prendere il sole e stare insieme (no barbecue)

Francesca Bonacina:

  • Ogni città ha un mercato coperto che spesso fa da contorno al mercato degli ambulanti. Perché non farlo alla Piccola nel vecchio edificio delle ferrovie (che tra l’altro è un bell’edificio)
  • Qualcosa che riporti i lecchesi a Lecco: multisala perché non è possibile che non ci sia più un cinema in città
  • Il centro è pieno di barboni e accattoni. Ne vorrei di meno
  • Una maggiore presenza dell’amministrazione comunale nel controllo dei lavori, soprattutto di quelli in superficie che interessano la viabilità della nuova Lecco Bergamo. Essere vicini agli abitanti della zona
  • Turismo: organizzazione Portale Cittadino. Programmazione eventi ludico/artistici. Itinerari lago-monti-cultura-promozione con fiere
  • Mercato coperto alla Piccola
  • Vorrei conoscere il target individuato, il marketing e gli obiettivi prefissati. Vorrei ci fosse la volontà e la capacità di investire nel turismo, a oggi immobile
  • Francesca… il progetto per il piatto di Lecco!! Turismo e cucina devono procedere assieme

Stefano Gheza:

  • Rilancio del centro sportivo Al Bione, ristrutturazione in tempi brevi
  • Rilancio del centro sportivo Al Bione con relative ristrutturazioni
  • Centro Sportivo Bione: piscina all’aperto. Attività CONI inserite nella scuola statale
  • Una piscina comunale scoperta

Riccardo Mariani:

  • Meno burocrazia per assunzioni e licenziamenti per i giovani
  • Affidare ai profughi del Bione, attraverso una cooperativa, i lavori di manutenzione dei 4 km di verde che costeggiano la pista ciclabile non come volontari ma come dovere
  • Rette nido inferiori. Vorrei che non diminuissero i fondi destinati alle Politiche sociali come è stato fatto nel 2016
  • Portare le rette delle RSA a quote più accessibili ai pensionati lecchesi. Pensione media: 900/1000 euro retta RSA 2000/2500 controllando sprechi e costi di gestione
  • Creazione reti per welfare partecipato e cittadinanza attiva
  • Testamento biologico
  • Rette nido inferiori. Maggior attenzione all’integrazione: spiegare pubblicamente perché e cosa si sta facendo per l’accoglienza. Programmi di educazione civica nelle scuole
  • Servizi per anziani e disabili
  • Creare occasioni di lavoro per i giovani che senza lavoro sono in crisi
  • I disabili, Artimedia e l’aumento delle rette a 100 euro mensili. Pensione di 268 euro. Ma chi ha i soldi?

Anna Mazzoleni:

  • Far quadrare i conti a scapito dei più deboli mi fa stare male

Simona Piazza:

  • Cinema
  • Sviluppare la cultura dell’ospitalità e del sorriso
  • Uso dello stadio per grandi eventi culturali
  • Cambiare il nome di Lecco in Leuco
  • Restauro dei monumenti e edifici di Lecco
  • Penso a Bruno Bozzetto e mi spiacerebbe una seconda figuraccia
  • Recupero non solo di Villa Manzoni ma anche di altri luoghi manzoniani e reclamizzarli di più
  • Cinema
  • Manifestazioni in piazza: concerti, teatro, sport, spettacoli, pic-nic, musica, mostre, studenti: attrarre. Gite luoghi manzoniani obbligatorie nelle scuole lecchesi
  • Cinema e rassegne cinematografiche in lingua all’aperto
  • Rete di cittadinanza attiva concretamente utile e visibile

Salvatore Rizzolino

  • Aumentare il budget di diritto allo studio e investire nella cultura nelle sue varie forme
  • Investire sulla cultura e aumentare il budget per il piano di diritto allo studio
  • Comunicazione più efficiente tra istituzione e comitati cittadini scolastici
  • Mensa con appalto breve e cittadino
  • Incentivare l’affiancamento scuola-lavoro nel terzo settore
  • Più attenzione all’edilizia scolastica
  • Una necessaria attenzione all’edilizia scolastica
  • Vorrei un centro cottura cittadino per la mensa scolastica ma non inserito nell’appalto. Vorrei lottizzare l’appalto mensa cittadino
  • Utilizzare il buon rapporto con le città gemellate per scambi culturali con giovani/scuole della nostra città
  • Più attenzione alla scuola pubblica. Ridurre i contributi alle scuole primarie/private
  • Un riordino serio dei plessi scolastici. Non serve mantenere plessi come Malnago, Bonacina, Chiuso etc.

Ezio Venturini:

  • Maggiore cura del verde pubblico (aiuole) in tutte le aree della città
  • Più attenzione al verde pubblico
  • Controllo di quartiere per i rifiuti di casa portati nei cestini in strada da parte dei lecchesi poco cittadini e direi fatta dal quartiere per il quartiere
  • Tutto ok. Unico appunto continuare con educazione alla raccolta differenziata con incontri/gazebo in piazza
  • Non si può inventarsi qualcosa per poter nascondere alla prima vista della nostra città dal ponte Manzoni il centro raccolta rifiuti e il depuratore?
  • Raccolta rifiuti in centro (carta): per evitare cumuli notturni dei rifiuti e aspettare le 19 (orario prolungato per gli uffici) non si potrebbe tornare alla raccolta alla mattina dalle 9.30 alle 10 (come prima)?
  • Uno o più cestini in via Pietro Nava
  • Non è possibile che l’ultima discesa dai Piani d’Erna con la funivia sia alle 18.30 nei festivi

Corrado Valsecchi:

  • Sistemazione del verde pubblico di Chiuso nella zona della ex cava (di fronte alla Conad) mai manutenuto in 25 anni
  • Chiusura del lungolago nei fine settimana
  • Nei parcheggi maggiore attenzione al benessere di chi cura il posto – costretti tutto il giorno sotto il solleone
  • San Giovanni alta/ Laorca, c.so San Michele del Carso, C.so Monte San Gabriele: qualcosa che limiti la velocità delle auto. Pericolo per pedoni. Corse folli, sorpassi. Pedoni sulla strada
  • Arredo urbano: ad es. i paletti di via C Cattaneo sono stati messi per arredare e dissuadere il parcheggio fuori dagli spazi. Perché quando si rompono non vengono ripristinati?
  • Non solo tagli alle piante cittadine ma anche nuove piantumazioni sui viali che non lo sono più
  • Decoro urbano Parco Villa Guzzi: è una foresta
  • Attenzione ai bambini, cura dei giardini pubblici e dei giochi
  • Ripristinare il Ponte Vecchio con delle passerelle pedonali
  • Sistemare Ponte Vecchio

 

 

 

Pubblicato in: politica, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .