ACQUA, L’M5S LECCHESE
PER L’AFFIDAMENTO A UN’AZIENDA SPECIALE CONSORTILE PUBBLICA

LECCO – “L’acqua è un diritto universale, per questo la sua gestione deve essere pubblica, non per nulla 27 milioni di italiani, tra cui oltre 138.000 nella nostra provincia, lo hanno ribadito con il referendum del 12 e 13 giugno 2011”. Lo ribadisce il Movimento 5 Stelle Lecchese in una nota diffusa poco fa. “I cittadini riconoscono le evidenze, al di là degli interessi economici e politici, ed hanno risposto esprimendosi inequivocabilmente. A livello locale, ed ancor più a livello regionale è dunque nostra intenzione avviare una procedura di applicazione delle norme che prevedono la tutela, il risparmio, la conservazione della risorsa acqua, dalla captazione alla depurazione, nell’ottica della miglior gestione possibile, pubblica e partecipata, nel rispetto dei criteri di economicità e salubrità.

Nel dettaglio, per quanto riguarda gli aspetti locali, il Movimento 5 Stelle Lecchese esprime il suo sostegno alla proposta formulata dal “Comitato Lecchese per l’acqua pubblica e beni comuni”, finalizzata ad affidare la gestione del Servizio Idrico Integrato nella Provincia di Lecco ad un’azienda speciale consortile di diritto pubblico. I principi che ispirano tale proposta (acqua sottratta alle logiche del profitto e del libero mercato, partecipazione diretta dei cittadini, nessun controllo da parte dei privati, ragionevolezza delle tariffe) sono perfettamente aderenti agli obiettivi che si è posto il Movimento 5 Stelle, scrivendo un punto del programma regionale per le politiche dell’acqua e della gestione del Servizio Idrico Integrato in Lombardia.

Per quanto concerne, invece, l’ambito regionale, siamo convinti che sia necessario modificare l’impianto legislativo attualmente vigente, sia per programmare la ri-pubblicizzazione che per permettere agli enti locali di produrre, anche autonomamente, nuovi soggetti gestori, pubblici, qualora la scadenza degli affidamenti lo consenta, svincolandosi immediatamente dalla gestione
privata”.

“Riteniamo altresì essenziale – conclude la nota stampa del Gruppo di Lavoro Tematico “Acqua” – che la normativa regionale sancisca, espressamente, che l’acqua è un diritto universale e che la sua gestione debba essere interamente pubblica. In virtù di quanto sopra, il Meetup Lecchese Sostenitori MoVimento 5 Stelle offre la sua immediata disponibilità ad incontrare i sindaci delle amministrazioni facenti parte del AATO provinciale di Lecco ed a collaborare con loro affinché venga analizzata ed approfondita, la proposta che porti ad un’unica azienda speciale consortile per la gestione del servizio idrico integrato ed, in ogni caso, a favorire ogni più opportuna azione tesa al  raggiungimento di un servizio idrico che sia realmente pubblico, efficiente e sottratto alle logiche di mercato”.

 

 

Pubblicato in: News

Condividi questo articolo

Articoli recenti

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .