AIDO: SEMPRE PIÙ DONATORI
MA ANCORA NON ABBASTANZA

AIDOLECCO –1.756 persone in provincia di Lecco hanno rilasciato il proprio consenso alla donazione organi presso gli uffici Anagrafe delle amministrazioni comunali al momento della richiesta di rinnovo o di rilascio della carta di identità.

111 ad Airuno, 1 a Barzago, 13 a Brivio, 1 a Cassago Brianza, 56 a Casatenovo, 53 a Cremella, 26 a Dolzago, 28 a Lecco, 42 a Garbagnate Monastero, 755 a Lecco, 19 a Molteno, 50 a Monte Marenzo, 139 a Monticello Brianza, 17 a Nibionno, 19 a Molteno, 1 a Oggiono, 146 a Olginate, 67 a Paderno d’Adda, 29 a Primaluna, 56 a Robbiate, 127 a Sirtori. 24.115 tramite i volontari dell’Aido, Associazione italiana donatori organi e tessuti, per un totale di quasi 26mila donatori.

Di contro però c’è anche chi ha declinato l’invito: 34 ad Airuno, 1 a Barzago, 2 a Casatenovo, 11 a Cremella, 13 a Dolzago, 3 a Lecco, 1 a Garbagnate Monastero, 57 a Lecco, 1 a Monte Marenzo, 1 a Monticello Brianza, 14 a Nibionno, 2 a Oggiono, 139 a Olginate, 4 a Primaluna, 9 a Robbiate e 8 a Sirtori, quasi il 15% del totale delle persone a cui è stato chiesto di concedere il consenso.

I pregiudizi sono difficili da superare e in molti ancora non credono nel grande gesto di generosità richiesto. In Italia il numero dei trapianti d’organo è costante da 10 anni. Nel 2015 sono stati 3.326, in leggero aumento rispetto all’anno precedente. Ma sono ancora troppo pochi.

 

 

Pubblicato in: Sanità, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati