ALLA CIS DI VALMADRERA
‘GREEN, COOL, LOW COST’

Giovedì pomeriggio alla sede del CIS ( Centro Studi Impresa) l’incontro ‘Green, Cool, Low cost: nuovi stili di vita, lavoro e consumo‘. Oltre a Giacomo Corno, presidente della CIS, hanno partecipato come relatori Luca De Biase, Paola Emilia Cicerone e Flavio Ruffini, presidente di CasaClima.

cis_1

L’introduzione è stata affidata a Corno, il quale ha spiegato che ‘ non bisogna solo avere, bisogna essere. L’azienda non è più considerata un insieme di beni, ma di uomini, che devono essere polivalenti”. In un contesto di crisi come questo, il presidente CIS ha parlato anche di giovani: “facendo fatica devono essere migliori, questo è un alto positivo”.

A parlare per primo è stato Luca De Biase, che ha per lo più trattato del nesso tra economia e felicità. “Quando si esce dalla povertà le persone sono più felici, però in generale non c’è uno stretto collegamento tra situazione economica e felicità. Sono le relazioni, la qualità ambientale e una forte identità culturale che danno la vera felicità, non i consumi di breve durata. Siamo in una fase in cui va ricostruito in senso dell’economia. L’obbiettivo dev’essere: zero sprechi e zero disoccupazione, per avere una società più felice.”

Oggi è condivisa la consapevolezza dell‘importanza di un ambiente sano. La gente capisce che il proprio gesto ha molta importanza, e ciò è dimostrato ad esempio dai dati sulla raccolta differenziata, in netto aumento. E riguardo al non sprecare, De Biase racconta: “I fondi di caffè per esempio sono riutilizzabili. Innanzitutto vengono usati per far cresere dei funghi; inoltre con le fibre si creano degli innovativi tessuti antiodore”.

cis valmadrera

Flavio Ruffini ha prevalentemente illustrato la realtà dell’agenzia Casa Clima, parlando molto anche di energia. “All’energia è collegato tutto. Serve un uso intelligente; una maggiore efficienza; e l’utilizzo di fonti rinnovabili”.

Paola Emilia Cicerone ha trattato molto di ecologia, parlando anche del libro ‘Ecologica’. “A volte per risparmiare basta cambiare il modo in cui si guarda alle cose. Esistono diverse realtà, come LocLoc, il primo sito di noleggio tra privati. Molte persone hanno bisogno di un buco, non di un trapano. E in questo modo possono noleggiare ciò che gli serve solo temporaneamente, risparmiando parecchio”.

 

 

Pubblicato in: Eventi, Hinterland, Economia, News

Condividi questo articolo

Articoli recenti

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .