ALTRO SUCCESSO PER IL BADONI:
ANDREA RUGGIERO VINCE
I GIOCHI INFORMATICI ITALIANI

Da sinistra: le professoresse Borghetti e Giorgi, quindi il professor Sala, lo studente vincitore Andrea Ruggiero e infine il dirigente scolastico De Battista.

Da sinistra: le professoresse Borghetti e Giorgi, quindi il professor Sala, lo studente vincitore Andrea Ruggiero e infine il dirigente scolastico De Battista.

LECCO – Lo studente del Badoni Andrea Ruggiero – 18 anni, di Galbiate – si è classificato primo alla gara nazionale di informatica, che si è tenuta il 4 e il 5 maggio, all’istituto Castelli di Brescia. “Il nostro istituto ha più volte vinto le gare nazionali di meccanica ed elettrotecnica, ma solo quest’anno abbiamo raggiunto il primo posto per quelle di informatica, che – precisa il dirigente scolastico Angelo De Battista – esistono solo da una decina d’anni”.

La gara era organizzata in due prove, della durata di cinque ore ciascuna. Lo studente del quarto anno dell’indirizzo informatico spiega che “la prima consisteva in analisi e progettazione di un portale per i musei di Brescia; la seconda invece richiedeva un programma pensato appositamente per la visita”. Ed è proprio in questa seconda che Andrea Ruggiero ha conseguito il massimo del punteggio. La prossima edizione della gara, organizzata ogni anno dal ministero dell’Istruzione, si terrà a Lecco, al Badoni, in quanto vincitore di quest’anno.

Il sogno del giovane campione d’informatica è aprire un’azienda di servizi web tutta sua, anche se prima i suoi professori lo stanno spronando a conseguire una laurea. La professoressa d’informatica Sara Giorgi ha dichiarato: “Il risultato che Andrea ha raggiunto è anche frutto delle sue conoscenze. Non posso quindi che essere contenta di avere in aula uno studente come lui”. Positive anche le parole del professor Valerio Sala, che ha accompagnato fisicamente Ruggiero alla gara di Brescia. La premiazione avverrà al ministero e il premio sarà in denaro, per una cifra tra i 1.500 e i 2mila euro.

istituto badoni gare nazionali dell'informaticaMa i successi del Badoni non si arrestano qui: è infatti in programma – spiega la professoressa Emma Borghetti – una maratona di 24 ore di informatica, Hackathon, a cui di solito partecipano unicamente le università, ma da quest’anno si è aggiunto anche l’istituto lecchese, con 75 studenti divisi in 17 gruppi: i giochi partiranno alle 11 di venerdì 26 maggio, per chiudersi alle 11 del giorno successivo. Si tratta di una sorta di “stress test” in cui le aziende che vi partecipano mettono alla prova gli studenti, per coglierne le capacità in diverse situazioni. Nella giuria saranno presenti dei professori del Badoni e alcuni componenti dell’azienda Soft Team Spa di Lecco. La premiazione si terrà alle 14 della giornata di chiusura e il premio consiste in 2mila euro.

Inoltre la classe 3ª C meccanica ha vinto, con la professoressa Longhi le gare regionali di “Matematica senza frontiere”. Come non parlare poi della collaborazione del Badoni con Villa Monastero, per cui hanno creato un’app per la visita all’orto botanico e un software per curare la manutenzione del patrimonio artistico-culturale. Infine gli studenti di questo istituto hanno anche realizzato un’app, Lessphone, che premia in buoni-carburante gli automobilisti più diligenti che evitano di usare lo smartphone durante la guida.

Alessandro Tonini

 

 

 

 

Pubblicato in: Giovani, tecnologia, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .