ANSIA CRONICA E GENERALIZZATA:
ECCO COSA SI PROVA

ansia combattereLECCO – Oggi i giovani ed i meno giovani sanno come vanno le cose, hanno imparato a conoscere i meccanismi di una società sempre più pretenziosa e dunque – nella maggior parte dei casi – sanno come gestire tutti i problemi derivanti da ansia e stress. Ma la questione si complica, quando il discorso passa all’ansia generalizzata: uno stato di ansietà cronica che mantiene mente e corpo costantemente in allerta, che fa emergere paure non giustificabili e che finisce per rovinare la vita sociale, oltre che per mettere in grandi difficoltà anche chi lavora. Ma quali sono i principali disturbi legati all’ansia cronica? I peggiori sono indubbiamente gli attacchi di panico, la fobia sociale, l’agorafobia, lo stress emotivo ed i disturbi post-traumatici. Vediamo dunque di approfondire l’argomento.

Ansia generalizzata: cause e sintomi

L’ansia generalizzata è una patologia psicosomatica legata ad una moltitudine di fattori: può ad esempio dipendere da un contesto particolarmente stressante (la famiglia, il lavoro) oppure dipendere da una predisposizione caratteriale dell’individuo. Ma può anche essere la diretta conseguenza di eventi e di situazioni che hanno lasciato un segno molto profondo a livello esperienziale: questo è ad esempio il caso del disturbo post-traumatico. Quali sono i sintomi tramite i quali l’ansia cronica si manifesta? Innanzitutto una serie di variazioni fisiche legate alla tensione, come l’irrigidirsi dei muscoli, l’iper-sudorazione, le palpitazioni e l’insonnia. Abbiamo poi anche altri sintomi dipendenti dal cervello: la paura cronica di qualsiasi cosa ci circondi, la difficoltà nel concentrarci e ovviamente un calo depressivo molto marcato.

Come combattere l’ansia cronica?

L’ansia non è una malattia curabile, soprattutto quando dipende da un mix di fattori che includono le tendenze caratteriali: può essere però gestita e contenuta, grazie a diversi sistemi come lo sport e l’attività fisica in generale, le discipline olistiche come lo Yoga e la meditazione, la pratica di hobby e anche una serie di routine positive come il saper staccare dal lavoro per prendersi una pausa, l’addio ad alcolici, caffè e sigarette e la cura dell’alimentazione. Se sei interessato ad approfondire i metodi per gestire questo problema, trovi maggiori informazioni su CombatterelAnsia.com. Nei casi più evidenti, poi, può essere molto utile rivolgersi ad uno psicologo specialista che potrebbe anche provvedere ad una terapia farmacologica adeguata.

Allenarsi per combattere l’ansia: come fare?

L’ansia cronica può essere vista come una sorta di fastidio muscolare: dunque può essere gestita e prevenuta allenandosi per questo scopo. Come fare? Il segreto sta nell’apprendere come gestire le proprie emozioni e come non cadere preda del panico e degli altri disturbi legati all’ansia cronica: sfruttando la respirazione, ogni volta che ti sentirai sprofondare per la paura imparerai poco per volta che puoi gestire questo problema. Ma l’allenamento dev’essere anche fisico. Grazie allo sport, infatti, puoi modellare il tuo corpo e di conseguenza sentirti più a tuo agio con te stesso e di riflesso con gli altri: e maggiore auto-stima significa anche maggiore capacità di controllo dell’ansia. Infine, l’attività fisica aiuta l’organismo a produrre endorfine: ormoni che hanno la capacità di aumentare la felicità e di guarire la depressione.

Pubblicato in: News

Condividi questo articolo

Articoli recenti

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .