APERTO UN TAVOLO ISTITUZIONALE
PER IL TUBETTIFICIO DI LECCO

polanoLECCO – Aperto un tavolo per salvare il tubettificio di Lecco. Oggi pomeriggio, nella sede della Provincia di Lecco, si è riunito il tavolo istituzionale per il Tubettificio Europeo Spa di Lecco, importante realtà industriale che opera nel settore della produzione e commercializzazione di contenitori in alluminio (packaging) per i settori alimentare, cosmetico e farmaceutico, con circa 130 dipendenti.

All’incontro hanno preso parte il presidente della Provincia di Lecco Flavio Polano, il consigliere provinciale delegato al Lavoro Giuseppe Scaccabarozzi, il dirigente del settore Lavoro Roberto Panzeri, il coordinatore dell’unità di gestione crisi aziendali Matteo Sironi, l’assessore al Lavoro del Comune di Lecco Riccardo Mariani, i vertici dell’azienda rappresentati da Manilio Giorgetti, Corrado Giorgetti e Luigi Airoldi, assistiti dal responsabile delle relazioni industriali di Confindustria Lecco e Sondrio Giorgio Airoldi, i rappresentanti della Fiom Cgil Lecco Diego Riva e Mauro Castelli, della Fim Cisl Monza Brianza Lecco Emilio Castelli, della Uilm Uil Lecco Enrico Azzaro e delle Rsu.

Nel corso dell’incontro, convocato per fare il punto della situazione produttiva e occupazionale dopo il confronto sindacale che ha avuto luogo con esito positivo martedì 14 luglio in azienda, i rappresentanti dell’azienda hanno confermato l’impegno a portare avanti le relazioni industriali nel solco di un confronto costruttivo con le organizzazioni sindacali già avviato per il rilancio dell’azienda, anche alla luce di alcuni progetti innovativi illustrati nelle loro linee generali alle rappresentanze dei lavoratori.

“Gli enti territoriali e le parti sociali – commenta Polano – hanno confermato la loro massima disponibilità a sostenere i piani aziendali nel rispetto delle prerogative delle relazioni industriali in corso, con l’auspicio che le difficoltà finanziarie dell’azienda possano essere superate nei prossimi mesi”.

 

Pubblicato in: Città, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati