ARIA NELLA PANCIA: COME RISOLVERE IL PROBLEMA

L’aria nella pancia è un disturbo frequente soprattutto nelle donne. Può essere molto fastidioso, specie se abbinato a fenomeni, quali meteorismo o aerofagia che sono spesso associati a questo disturbo. L’aria nella pancia non si forma solo a causa degli alimenti che si consumano ma anche in base al modo e alla velocità con cui si ingeriscono, che portano alla formazione di bolle di gas nello stomaco che poi vengono espulse. Nei casi più gravi l’aria può esercitare pressione sull’intestino aumentando la sensazione di disagio e il dolore addominale. Il problema non va sottovalutato perché potrebbe indicare la presenza di disturbi seri, come la sindrome dell’intestino irritabile, l’ulcera peptica o il reflusso gastroesofageo. Particolare attenzione deve essere rivolta nei casi di forte dolore perché il gas nel tratto digestivo può essere confuso con patologie cardiache o appendicite.

Aria nella panciaIn generale si verifica un’eccesiva formazione di gas o quando i batteri hanno la meglio sugli alimenti ingeriti o per colpa dell’aria ingerita durante la masticazione dei cibi, ad esempio quando si mangia o si beve molto velocemente. Un’altra causa è l’aerofagia, una disfunzione organica che porta il soggetto a ingoiare molta più aria del normale durante il pranzo o la cena. In generale, si può dire che zuccheri come il lattosio (latte, pane, cereali e condimenti), il fruttosio (carciofi, pere e frumento), il raffinosio (fagioli, cavoli, asparagi e broccoli) e il sorbitolo (frutta) provocano molto gas e andrebbero evitati.

Quali sono i possibili rimedi?

I prodotti a base di carbone vegetale, come Eucarbon, sono spesso i più efficaci contro l’aria nella pancia, perché contrasta l’accumulo di aria, favorisce la distensione addominale e il regolare transito intestinale. Il carbone vegetale ha infatti la proprietà di assorbire i gas e anche i liquidi in eccesso all’interno dell’intestino, per cui migliora la situazione in caso di eccesso di aria. Inoltre ha anche una leggera funzione antinfiammatoria, per cui anche nel caso in cui ci sia una leggera infiammazione, serve anche a ridurre quest’ultima.

Gli accorgimenti naturali per ridurre il gonfiore addominale sono numerosi. Un aiuto è rappresentato dal tè verde che facilita la digestione e accelera il metabolismo, mentre le tisane al finocchio e al cumino agevolano la digestione. Un altro rimedio “fai da te” è il classico bicchiere d’acqua con una punta di bicarbonato di sodio che ha un effetto sicuro ma spesso un po’ invasivo. Anche le spezie, come curry e anice, contengono molecole in grado di limitare la fermentazione dei cibi e di conseguenza dell’aria. Buone anche la melissa dalle proprietà calmanti e antispasmodiche, il mirto e la camomilla che diminuiscono i crampi addominali. Infine gli ultimi suggerimenti utili: masticare lentamente e con calma, evitare bevande gassate o zuccherine, bere due litri d’acqua naturale al giorno, consumare la frutta lontano dai pasti e fare regolare attività fisica.

Pubblicato in: News

Condividi questo articolo

Articoli recenti

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .