BASKET COSTA CORSARO:
A CAGLIARI VITTORIA 72-62

Sara CanovaCAGLIARI – Il Basket Costa getta il cuore oltre l’ostacolo e con una partita di grande determinazione e voglia, conquista due punti importantissimi tutt’altro che scontati, al cospetto di una Virtus Cagliari tosta e mai doma. In Sardegna finisce 62-72.

Peccato però che la felicità per la vittoria sia soltanto a metà, a causa dell’infermeria che fa nuovamente registrare il pieno. Coach Pirola infatti sin dall’inizio del match deve fare i conti con le assenze di Masha Maiorano (che ne avrà almeno per tre settimane) e Mistò (tenuta a riposo precauzionale), entrambe a referto, ma solo per onor di firma, a cui si è aggiunta dopo 5’ anche Lara Tagliabue, uscita in lacrime per un infortunio al ginocchio, la cui entità sarà valutata nei prossimi giorni.

La cronaca. Sin dalle prime battute l’incontro viaggia sui binari dell’equilibrio e dopo due minuti è pareggio: 4-4. Al 5’, Tagliabue si infortuna mentre Costa conduce sul +3 (8 a 11). Le biancorosse a quel punto accusano il colpo, ma non mollano e al 7’ sono sul +1 (14 a 15), ma è solo nel finale di periodo che le masnaghesi mettono la freccia e provocano un piccolo ma significativo strappo, grazie anche alla vena offensiva di Canova che si rivela una cecchina dall’arco dei tre punti (4/4 nel frangente, 24 i punti segnati a fine contesa)e col tabellone che recita 18 a 24 al 10’.

La seconda frazione propone ancora un sostanziale equilibrio, con le squadre che si rincorrono, ma con le ragazze di coach Pirola sempre a giocarsela senza esclusione di colpi(al 15’ 28-32)e con l’ingresso in campo anche delle giovani Laura Meroni e Paola Novati. Al 17’ le padrone di casa per la prima volta nel match raggiungono e sorpassano le lombarde di una sola lunghezza, ma Longoni & Co. non si fanno spaventare e grazie anche a una provvidenziale Ristic, arrivano all’intervallo lungo sul +3 (36-39).

Al rientro sul parquet le biancorosse paiono rimaste negli spogliatoi e un parziale di 8 a 0 della Virtus, propiziato da Masic, Pacilio e un’incontenibile Scibelli, mandano le ospiti sotto di 5, ma un immediato contro parziale della B&P di 4 a 0 riporta la sfida sul +1 Cagliari (44-43) al 25’. Sono infatti ancora Canova e Ristic a tenere le lombarde in scia, con anche Del Pero e Pozzi, brave a trovare la via del canestro con continuità, con Costa che alla fine della terza frazione è ancora in vantaggio (50-53).

In apertura di quarto, sono Masic con una tripla e un’ispirata Scibelli a trascinare le sarde e con un parziale di 11 a 2 ribaltano il risultato, dapprima portandosi sul +6 sul 59 a 53 e poi sul 61 a 55, con la sola Meroni a inanellare due liberi per le masnaghesi e rompere il parziale aperto delle virtussine.

A quel punto le biancorosse, dapprima con una tripla di Ristic e poi con un altro siluro dai 6,75 di Pozzi, impattano ancora, quando mancano poco meno di 4 minuti al termine. Ballardini mette un libero per Cagliari, Ristic è calda da tre ed è 62-64 biancorosso. La Virtus spegne la luce ed è brava Costa a mantenere la lucidità sino all’ultimo e con un parziale di 8 a 0, con Canova, Marta Meroni e Del Pero chiude in scioltezza sul +10 del 40’, affacciandosi ora alla zona playoff e portandosi sul 2 a 0 negli scontri diretti con la Virtus, fanalino di coda della classifica.

Tabellini:

Basket Costa: Novati, Longoni 3, Meroni L., Tagliabue, Canova 24, Del Pero 10, Ristic 17, Misto’ ne, Meroni M. 6, Pozzi 12, Maiorano M. ne.

Virtus Cagliari: Masic 20, Pacilio 2, Mastio 2, Mura 7, Ballardini 3, Lusso, Scibelli 26, Zizola 2.

 

Pubblicato in: Sport, News

Condividi questo articolo

Articoli recenti