CALCIO, RICCARDO GATTI
INSEGUE LA B COL CATANZARO

LECCO – Dopo tanto girovagare, e un destino che sinora si è divertito a mettergli il bastone tra le ruote impedendogli di raccogliere ciò che meritava, la stagione 22/23 potrebbe essere quella della consacrazione per il 25enne difensore di Lierna Riccardo Gatti, attualmente in forza al Catanzaro.

Cresciuto calcisticamente all’Atalanta dove arriva sino alla Primavera, Gatti matura diverse esperienze in serie C: si parte dalla Reggina, quindi Monopoli, dove segna anche la sua prima rete nel mondo dei “grandi”, a seguire a Fano la società marchigiana ha piena fiducia in lui e lo schiera in campo per ben 26 volte, da qui la breve e amara esperienza alla Reggiana in serie B (3 spezzoni di gara), infine l’approdo a Catanzaro.

In Calabria mi sto trovando molto bene – afferma il diretto interessato –. Dopo due secondi posti consecutivi dobbiamo cercare di raggiungere quella B che manca in una piazza così importante e appassionata davvero da troppo tempo”.

Gatti, vincere non è mai facile: dovrete battere la concorrenza di formazioni blasonate come Avellino, Foggia, Pescara e i vostri dirimpettai del Crotone.
Vero, noi almeno sulla carta abbiamo il vantaggio di essere una squadra collaudata, non ci sono stati stravolgimenti al contrario di altri. Il conoscersi a memoria, me lo auguro, dovrebbe aiutarci”.

In difesa il roccioso ex bluceleste Luca Martinelli è un esempio. Questo potrebbe diventare anche il tuo anno?
Il capitano anche grazie alla sua esperienza è la nostra bandiera. Io mi auguro di poter giocare con una certa frequenza, siamo una rosa di 22 titolari ognuno utile alla causa. L’importante è che si vinca di squadra, le soddisfazioni personali vengono dopo”.

Riccardo, il tuo obiettivo è essere tornare a respirare l’aria di quella B appena assaporata a Reggio Emilia?
Magari potessi farlo in giallorosso… Con la Reggiana diciamo che l’ho solo assaggiata ma ormai questo è il passato, il presente racconta del Catanzaro e dei suoi splendidi tifosi. Un popolo caloroso che merita di vedere ben altre categorie (Ndr l’ultima stagione in B è datata 2005/6). Noi cercheremo in tutti i modi di accontentarlo”.

Le tue vere favorite alla B: voi e poi?
Certo siamo nel lotto delle più serie candidate alla promozione anche se come detto arrivare primi non è mai semplice. Temo maggiormente il tandem Avellino e Crotone, un gradino sotto Foggia e Pescara”.

Gatti sarà calcio d’agosto ma segnare fa sempre bene: ci sei riuscito nell’amichevole con il Soriano (4-1).
Sì ma contava poco, ho realizzato il nostro ultimo gol inoltre giocavamo con una squadra di Eccellenza. Indubbiamente più significativo sarà il test in calendario domenica 28 a Roma contro il Gubbio, nostra pari categoria. Cercheremo di prepararci al meglio in vista dell’inizio del campionato”.

Il numero 44 portato sulle spalle da Gatti, ormai diventato un tormentone.
Esatto, un numero che ho scelto con ironia. In tanti nel corso del tempo me lo hanno fatto notare ma va bene così”.

Nell’album dei ricordi anche il bronzo vinto nel 2019 alle Universiadi di Napoli con la maglia dell’Italia.
Vero, anche se non era una competizione di alto livello sentire l’inno e difendere l’onore della tua nazione è sempre bello ed emozionant. Sono orgoglioso di aver preso parte a quella manifestazione”.

Alessandro Montanelli

 

Pubblicato in: Calcio, Città, Lago, News Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati