CALCIO, SI PARTE SUBITO
COL DERBY A PORTE CHIUSE
TRA LECCO E OLGINATESE

calcio lecco olginateseLECCO – E’ arrivato il momento di fare sul serio: il campionato parte con il derby dell’Adda. Domenica, alle 15, il Lecco affronterà l’Olginatese nella prima partita del campionato di serie D. Un match atipico, a causa della mancanza del tifo che contraddistingue, soprattutto in queste categorie, il Rigamonti-Ceppi.
.

QUI LECCO
“Non ci voleva – afferma mister Giuseppe Butti –, ma noi dobbiamo essere comunque concentrati per cercare di portare a casa la partita, anche se a Lecco il pubblico influisce moltissimo, proprio perché è uno stadio e i gli spettatori sono tutti intorno al campo. Il tifo può anche far tremare le gambe soprattuto agli avversari più giovani”.

giuseppe buttiE i bianconeri sono una squadra con un’età media molto bassa. Ma Butti non sottovaluta gli avversari. “Loro sono una buona squadra – sottolinea – lo scorso anno poi non hanno mai perso contro il Lecco, vincendo anche l’ultima gara nei playoff. Poi essendo la prima gara di campionato sarà un match tosto”. Butti dovrà fare a meno degli squalificati Aldegani e Di Ceglie, ma anche di Rota, out per una ventina di giorni a causa di un problema alla caviglia.

Spazio quindi a Romeo e Aldeghi in un centrocampo a cinque dove in centro ci sarà sicuramente Mauri, vero cuore della formazione bluceleste.
In attacco agirà invece il tandem composto da capitan Castagna e Capogna, mentre Cardinio (ex bianconero) dovrebbe partire dalla panchina. Tra i pali un altro grande ex, Ghislanzoni, che nelle ultime due stagioni ha difeso la porta dell’Olginatese.

La probabile formazione (3-5-2)
Ghislanzoni; Redaelli, Gritti, Bergamini; Aldeghi, Romeo, Mauri, Martinelli, Vaglio; Castagna, Capogna.
.

QUI OLGINATE
DELPIANO OLGINATESE“Sarà una partita strana per noi”. Alessio Delpiano, allenatore dell’Olginatese, non si fida del Lecco anche se il Rigamonti-Ceppi sarà vuoto. “Da una parte è un elemento positivo per noi, non possiamo nasconderci – prosegue – Lecco è una delle poche piazze in serie D che ha un grande pubblico. Ma dall’altra parte è bello giocare in uno stadio con molto tifo, anche se è contro”. Una settimana dopo il passaggio del turno in Coppa Italia, i bianconeri scenderanno in campo nella prima di campionato in uno dei campi peggiori del girone, contro una squadra, il Lecco, protagonista nel precampionato, quando è riuscita a pareggiare pure contro il Torino. “Sarà una partita molto importante – afferma Delpiano –, ma avrà lo stesso significato delle altre gare. Bisogna guardare ogni squadra allo stesso modo, per non sottovalutare o sopravvalutare nessuno”. Oggi non ci saranno due big per squalifica, ovvero Lombardi e Menegazzo. Il tecnico punta comunque sul 4-3-3 tanto provato durante la preparazione. In attacco spazio al tridente formato da Di Fiore, Cristofoli e Valente, mentre a centrocampo capitan Bono (ex bluceleste) sarà il playmaker e Apicella e Mastrototaro le due mezzali.

Sarà proprio Cristofoli, la punta centrale, lo spauracchio della difesa lecchese. Lo scorso maggio fu lui a bucare due volte la porta del Lecco nella finale playoff del girone B, regalando ai bianconeri il punto più alto della storia. A Olginate sperano che si possa ripetere, questa volta insaccando alle spalle dell’ex compagno di squadra Ghislanzoni.

La probabile formazione (4-3-3)
Ripamonti; Larese, Colombo, Cattaneo, Polledri; Apicella, Bono, Mastrototaro; Di Fiore, Cristofoli, Valente.

 

 

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .