SERIE D: LE PROBABILI FORMAZIONI DI LECCO E OLGINATESE

LECCO – Sarà un’autentica sfida-salvezza quella che la Calcio Lecco disputerà domenica alle 14.30 al Rigamonti-Ceppi, quando arriverà il Legnago Salus. Il team veronese si trova a quota 34 punti, due in più dei blucelesti – costretti quindi a vincere per allontanarsi sempre di più dalla zona playout, distante solo quattro lunghezze.

ROCCO COTRONEOI ragazzi di mister Rocco Cotroneo in settimana hanno ricevuto una mensilità arretrata, il mese di dicembre, per cui anche il morale ne ha risentito in positivo. L’arrivo dei due nuovi soci, Stefano Galati e Carlo Stocco, ha animato un po’ un ambiente a terra, anche se rimangono ancora molte incertezze. Il tecnico potrà tornare a contare su Romeo e Tignonsini, entrambi squalificati domenica scorsa a Sesto San Giovanni. È soprattutto il difensore, divenuto in poco tempo un pilastro della difesa, che è mancato molto ai blucelesti. La sfida è molto delicata. I playoff, se ancora si poteva guardare avanti, sono definitivamente sfumati, e alla banda di Cotroneo conviene guardarsi solamente alle spalle, dal momento che, nelle ultime giornate, le formazioni di coda sono riuscite a recuperare terreno, mentre il Lecco è reduce da soli due punti in tre partite. L’allenatore ha predicato “agonismo e tanta concentrazione” per portare a casa una partita fondamentale a fine anno.

Servirà una prestazione totalmente diversa da quella contro la Pro Sesto, soprattutto in avanti, dove i lecchesi hanno faticato. Cotroneo avrà il vantaggio di poter giocare con la rosa al completo e in casa, davanti al pubblico amico. Se il Lecco vuole archiviare la pratica salvezza non può assolutamente sbagliare il colpo.

La probabile formazione (4-3-3)
Frattini; Goubadia, Tignonsini, Bergamini, Redaelli; Romeo, Martinelli, Mauri; Cardinio, Castagna, Capogna.

 

alessio delpiano olginateseOLGINATE – Un autentico scoglio domenica pomeriggio, alle 14.30, quando l’Olginatese giocherà sul terreno di Inveruno una sfida decisiva per entrambe le formazioni. I milanesi, a quota 48 punti (nove in meno della capolista Pro Piacenza) cercano di tenere ancora aperto il campionato, mentre i bianconeri, a quota 40, vogliono ottenere al più presto la salvezza, ma sotto sotto sognano di entrare nei playoff, lontani solamente due lunghezze.“Sarà un match difficilissimo – afferma mister Alessio Delpiano – loro sono molto forti e hanno un grande attacco. Inoltre noi non siamo in un grande momento di forma soprattutto in attacco. Cristofoli e Cvetkovic non stanno passando un ottimo periodo”. L’obiettivo del tecnico è quello di tornare a giocare un buon calcio, visto che la formazione bianconera fatica a creare azioni pericolose. D’altra parte biosgna ricordare che Ripamonti non prende gol da sei giornate e in totale i lecchesi arrivano da dieci risultati utili consecutivi. “Questo perché la squadra è solida – continua -, ma dobbiamo continuare a lavorare fino alla fine dell’anno. Anche perché ci attendono ancora formazioni toste. Oltre all’Inveruno dobbiamo giocare contro il Pontisola fuoricasa, con la Pro Sesto e con il Piacenza”.
All’andata, in via dell’Industria, l’Olginatese era uscita sconfitta (1-0) agli ultimi secondi a causa di un gran gol dell’ex Appella. “Ma ricordo che avevamo giocato un gran match – sottolinea Delpiano – creando azioni e sbagliando troppo sotto porta”. In caso di vittoria i bianconeri sarebbero praticamente salvi. E molto probabilmente anche in zona playoff.

La probabile formazione (4-4-2)
Ripamonti; Larese, Cattaneo, Mastrototaro, Menegazzo; Calandra, Bono, Lombardi, Di Fiore; Cristofoli, Cvetkovic. 
Pubblicato in: Città, Hinterland, Sport, News

Condividi questo articolo

Articoli recenti