CALOLZIO, PDL PRENDE ATTO DELLA ROTTURA DELLA LEGA: “SCELTA IRRESPONSABILE, VINCEREMO CON GANDOLFI”

pdl bandiere

CALOLZIOCORTE – “E’ un peccato che la Lega Nord non abbia voluto sentire ragioni e abbia rifiutato ogni possibilità di accordo con il centrodestra. Alle elezioni comunali parteciperemo con una coalizione di moderati e liberali guidata da un candidato esperto ed autorevole, calolziese doc”. Così il Pdl della Provincia di Lecco annuncia che sosterà la lista civica del candidato sindaco di Calolziocorte, Dario Gandolfi.

“Il senso di responsabilità – spiega la nota della segreteria provinciale del Pdl,  – guida da sempre le scelte e l’attività del nostro partito, a tutti i livelli. Con questo spirito è stato affrontato anche il problema del rinnovo dell’amministrazione comunale di Calolziocorte, dove il centrodestra, complessivamente inteso, ha la maggioranza dei consensi. Fino all’ultimo momento, abbiamo cercato un accordo con la Lega Nord, per non regalare alla sinistra un assurdo e immeritato vantaggio. Purtroppo, però, la Lega nord ha anteposto le ambizioni personali di alcuni suoi esponenti all’interesse della città e dei suoi abitanti.

Il candidato sindaco proposto dagli amici della Lega – prosegue il testo – non è la persona giusta per guidare la città, perché non è di Calolziocorte e non conosce i suoi problemi.   Peraltro, dopo anni di guida a prevalenza leghista, un elementare principio di alternanza tra alleati con pari dignità avrebbe reso opportuno e necessario un ricambio al vertice della coalizione.

“Prova delle nostre ottime intenzioni – spiega ancora la nota – sono i termini dell’accordo raggiunto lunedì sera dalle due delegazioni di Calolzio, alla presenza dei commissari della Lega e del Pdl, onn. Grimoldi e Brambilla: il pdl si è reso disponibile perfino a rinunciare al proprio candito sindaco pur di continuare un percorso comune. Non certo quello che era scritto nel libro dei nostri desideri, ma un compromesso accettabile per il bene della città. Un compromesso, purtroppo, di breve durata, perché sconfessato il giorno successivo dal candidato sindaco Ghezzi, dal sindaco uscente Arrigoni e dal segretario cittadino Pozzoni. La loro “allergia al buonsenso” ha avuto la meglio e, 24 ore dopo l’intesa, ci è stato comunicato che la Lega sarebbe andata da sola. Ne prendiamo atto, con dispiacere ed amarezza, chiamando a testimoni gli elettori di centro destra: un’occasione è andata perduta”.

“Ora tutte le nostre energie saranno dedicate alla lista civica che il Pdl e le altre forze moderate hanno messo in campo. Il candidato sindaco Dario Gandolfi – esperto, autorevole, irreprensibile – è l’uomo giusto al posto giusto. Nessun altro candidato sindaco alle prossime elezioni conosce meglio di lui la città e le esigenze dei suoi abitanti. Con il consenso dei calolziesi e il sostegno della sua squadra ricca di qualità e professionalità, potrà ben amministrare la città in questi tempi difficili”.

 

 

Pubblicato in: Hinterland, News

Condividi questo articolo

Articoli recenti