CALOLZIO: PREVENZIONE
E PROGETTUALITÀ SOCIALE
PER I QUARTIERI ALER

CALOLZIOCORTE – “Le politiche di sicurezza non possono svilupparsi senza politiche sociali e queste ultime presuppongono la conoscenza delle persone”. Presieduta dal prefetto di Lecco Sergio Pomponio, questa mattina una riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, allargata alla partecipazione del sindaco del Comune di Calolziocorte e del presidente dell’Azienda Lombarda per l’Edilizia Residenziale Bergamo Lecco e Sondrio.
Sul tavolo della discussione, il disagio vissuto dalle persone residenti negli alloggi di edilizia residenziale pubblica di via Di Vittorio a Calolziocorte, a causa di persistenti episodi di disturbo notturno della quiete pubblica e di danneggiamenti alle strutture comuni, che ingenerano insicurezza e sentimenti di paura negli abitanti.

Diversi gli interventi, messi in campo dall’Amministrazione comunale, per canalizzare positivamente le attività e il tempo libero dei giovani e occupare spazi di socialità che nel tempo sono stati riempiti da modelli di vita fuorvianti: dal potenziamento dei sistemi di videosorveglianza allo sviluppo di progettualità sociali.

Nella consapevolezza che le politiche sociali non perseguono né conseguono risultati immediati, ma esigono pazienza e resistenza, il prefetto, dopo lo svolgimento degli interventi dei presenti, ha disposto un’intensificazione dell’attività di prevenzione da parte delle forze di polizia, che si svolgerà parallelamente allo sviluppo degli interventi sociali e di riqualificazione urbana ed ambientale.

 

Pubblicato in: Calolziocorte, Cronaca, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati