CARABINIERI: DUE ARRESTI PER TACCHEGGIO. DENUNCE PER ARMI IMPROPRIE E USO D’HASHISH

LECCO – Due arresti per per furto pluriaggravato, tre segnalazioni di detenzione ad uso personale di sostanza stupefacente alla prefettura per tre giovani e una denuncia per porto di strumenti atti ad offendere ed un’altra per guida in stato di ebbrezza. Questo è il bilancio dell’attività di prevenzione dei Carabinieri di Lecco.

Nel tardo pomeriggio di sabato i militari della Calolziocorte hanno arrestato in flagranza di furto pluriaggravato due cittadini rumeni residente nella bergamasca. L’auto dei due era stata inseguita e bloccata, all’interno i militari hanno trovato una borsa porta pc “schermata” con della carta carbone, ormai comunemente usata per eludere i dispositivi antitaccheggio. Da qui, i sospetti e conseguente maggiore attenzione alla disamina degli oggetti presenti nella vettura, che erano capi di vestiario per un valore di circa 150 euro, risultati asportati nel pomeriggio presso il centro commerciale “I Laghi” di Erba, nonché scarpe griffate, dal valore di circa 300 euro, poco prima asportate dal negozio “Punto scarpe” di Calolziocorte. Infine sono saltate fuori sia le placchette antitaccheggio sia delle tenaglie provabilmente utilizzate per la rimozione dei dispositivi. Gli occupanti dell’auto sono stati quindi fermati per furto pluriaggravato, domani -lunedì – verranno giudicati con rito direttissimo dal Tribunale di Lecco.

Nel pomeriggio di sabato, in prossimità del centro commerciale “Le Meridiane” di Lecco, un equipaggio del Nucleo Radiomobile ha sottoposto a controllo due giovani in atteggiamento sospetto, dalla successiva perquisizione personale un po’ hashish, nella modica quantità che la legge rubrica ‘per uso personale’.  Medesima sorte per un altro giovane che, nella mattinata di domenica, è stato sottoposto a controllo in prossimità del ponte Kennedy e trovato in possesso sempre di poco hashish, ma anche di un coltello “a farfalla” e un fionda con pallini in piombo. Per lui situazione più grave: da denuncia all’autorità giudiziaria per porto illegale di strumenti atti ad offendere.

Nel corso della notte appena trascorsa, invece, a Colico, i carabinieri della locale stazione durante un controllo a un’autovettura sospetta hanno trovato il conducente con un tasso alcoolico di gran lunga superiore al limite consentito, l’uomo è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza.

carabinieri e scarpe abiti

 

Pubblicato in: Città, Hinterland, Lago, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati