CARO BOLLETTE, ANGHILERI
A VALSECCHI: “QUALI MOZIONI,
INTERVENIRE ORA E SUBITO”

Ho letto le dichiarazioni del consigliere di Appello per Lecco Corrado Valsecchi che definisce “elemosina” le risorse stanziate dal Comune per il caro bollette e che andranno a sostenere le famiglie più vulnerabili della nostra città.

Non so se il suo impegno come consigliere permetterà di bloccare gli aumenti di gas o benzina. Ma quello che so, e lo ricordo a Valsecchi, è che le famiglie stanno pagando ora le bollette, non tra un mese o quando le sue mozioni sortiranno (forse) gli effetti sperati.

L’amministrazione ha fatto bene dunque a intervenire ora e subito perché ci sono situazioni che necessitano di un sostegno immediato.

Il consigliere chiede quale sia la posizione politica dell’amministrazione. È molto semplice ed è stata spiegata dall’assessore: ci sono famiglie che purtroppo non sono in condizione di far fronte all’aumento se non rinunciando a beni essenziali. Non possiamo accettare nessuna rinuncia a nessun bene essenziale per nessuno dei nostri cittadini.

Per quanto riguarda invece la definizione dei contributi come “elemosina”: nessuna carità consigliere Valsecchi, solo il diritto delle famiglie della città a non essere abbandonate dal proprio comune in un momento come questo.

Alberto Anghileri
Capogruppo di Con la Sinistra Cambia Lecco

LEGGI ANCHE

BUONO BOLLETTE DEL COMUNE, DA CORRADO VALSECCHI UN NO: “NON VOGLIAMO L’ELEMOSINA”

RINCARI DI LUCE E GAS, IL COMUNE DI LECCO STANZIA 200MILA EURO

 

Pubblicato in: Città, Economia, News, politica Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati