CASO RIVA: CHIESTI DUE ANNI
PER IL GIOIELLIERE DEI VIP

RIVA CARLO le ieneLECCO – Condanna a due anni di carcere per il “gioielliere dei Vip” Carlo Riva, accusato di truffa aggravata. È quanto richiesto dal PM Paolo Del Grosso a conclusione della sua requisitoria, ipotizzando che il commerciante lecchese tra richieste di prestito e proposte d’investimento ad alti tassi d’interesse abbia lasciato un “buco” da oltre 700mila euro.

L’ex dipendente Valeria Barizza, testimone della difesa, ha ricostruito l’attività del gioiellerie tra il 2000 e il 2007, ricordando “una società in crescita” e importanti accordi a livello nazionale.

Al termine dell’udienza gli interventi del legale di Riva Ruggero Panzeri e dell’avvocato Viviana Bove in rappresentanza delle parti civili. Processo aggiornato al prossimo 30 maggio, data fissata per la sentenza.

[Foto tratta da un servizio delle “Iene”]

Pubblicato in: Città, Economia, Nera, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .