CASO VERIFICHE ASL: RICHIESTA
DI LIBERTÀ PER POZZI RESPINTA
DAL TRIBUNALE DEL RIESAME

MILANO – Il presidente del tribunale del Riesame di Milano ha respinto la richiesta del legale di Giampaolo Pozzi finalizzata alla cancellazione degli arresti domiciliari, misura alla quale Pozzi è stato obbligato nell’ambito dell’inchiesta che ha portato all’arresto dell’imprenditore e del tecnico della prevenzione dell’Asl lecchese Francesco Policaro.

POLICARO FrancescoI due sono accusati di reati contro la pubblica amministrazione: il 59enne Policaro (foto a destra) era incaricato dall’Asl delle verifiche a locali e attività commerciali con il compito di controllare che venissero rispettate le norme igienico-sanitarie; quando ciò non avveniva, secondo le accuse mosse dal sostituto procuratore Paolo Del Grosso, il dipendente Asl avrebbe “consigliato” i servizi di Tecnologia & Ambiente, che poi avrebbe puntualmente eseguito i lavori di regolarizzazione delle posizioni segnalate da Policaro.

Giampaolo Pozzi, vicino a cielle, è stato consigliere comunale a Lecco. Rimarrà dunque per adesso agli arresti nella sua abitazione di Acquate.

 

 

Pubblicato in: News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati