CHE PICCO: PASSA 3-2
A SASSUOLO. E ORA
SOTTO CON CREMONA

SASSUOLO (RE) – Che l’Orocash Picco Lecco stesse ottimizzando i giri del motore in questa fase iniziale del campionato di serie A2 femminile, lo si era capito sin da domenica nello sfortunato epilogo interno (2-3) contro la Futura Busto.

Ebbene il trend è continuato anche nel successo al tie break conseguito mercoledì sera nel turno infrasettimanale sul campo del Sassuolo, togliendo inoltre l’imbattibilità casalinga stagionale alla formazione emiliana come si usa dire in simili circostanze: tanta roba!

Una Picco tosta, grintosa al punto giusto, attenta nei fondamentali magari a tratti distratta in difesa ma con una reazione mentale importante; e sì i dettami di coach Gianfranco Milano stanno dando i loro frutti, brave naturalmente le ragazze in campo a saperli mettere in pratica.

Lecco che parte con Rimoldi in regia, Bassi opposto, poi Lancini, Zingaro, Piacentini, e Bonvicini libero. Lo score nel primo set è “sporcato” da un ace di Busolini che porta Sassuolo sul’1-0, quindi ecco il 6-5, 13-9, 18-13, insomma l’Orocash boccheggia e a nulla vale il time out speso da Milano: la bombola dell’ossigeno latita e Sassuolo spadroneggia 25-16.

Nel secondo parziale Lancini libera la diagonale e determina l’1-2 ospite un servizio di Albano termina out e le ragazze di Venco accorciano: 6-8, quindi Zingaro fissa il 9-12. Il match sfila via a differenza del gioco d’apertura equilibrato: si sale 19-19. Segue la staccata decisiva della Picco con capitan Zingaro che chiude i conti sul 22-25.

Terzo periodo: i due sestetti continuano a darsele di santa ragione, la gara rimane incerta ed equilibrata. Partono a tutta le locali: 4-1, 7-4, le lariane però sono in partita e lo dimostrano agganciando le rivali sull’8-8 con una frustata a tutto braccio di Bassi. Il match prosegue sul 15-17, Bracchi mantiene a ruota Lecco (22-20) e un muro di Piacentini regala gli spareggi al team presieduto da Righetti. Siamo 24-24 Nello sprint Sassuolo ha la gamba migliore e taglia il traguardo sul 26-24.

Le emiliane conducono il gioco, tocca alla Picco il ruolo di cacciatore; necessita ritrovare la parità nel computo dei set o si torna a casa a bocca asciutta. L’avvio del quarto parziale viene inaugurato da una ace di Zingaro (0-2) quindi si passa allo 0-3, al 4-4 un primo tempo di Piacentini regala a Lecco il 18-18, Bassi in seguito mantiene a galla le ospiti liberando tutta la sua tigre nel motore e con un diagonale di rara potenza tiene Picco in carreggiata: 21-20, è Bracchi mandare le squadre al quinto. Finisce 22-25.

Nel tie break la squadra presieduta da Dario Righetti gioca bene le sue fiches; è ancora Bracchi (cresciuta nelle giovanili del Sassuolo) a fissare lo 0-1, poi si va sul 2-5, 6-8, la stessa giocatrice mette in cascina il 7-12 e l’8-13 quindi un servizio out dell’ex Picco Giada Civitico termina out regalando l’8-14 infine tira la riga sull’impresa lecchese Maria Teresa Bassi: 9-15, parziale gestito e vinto in scioltezza.

Questa volta a differenza del match di domenica il tie break finisce in gloria dopo quasi un’ora e mezza di lotta; al pari di una classifica che ora inizia a sorridere. Appuntamento quindi a domenica 27 novembre (alle 20:30) quando al Bione arriverà un’altra neopromossa; l’Esperia Cremona.

Alessandro Montanelli

Sassuolo-Orocash Picco Lecco 2-3
(25-16, 22-25, 26-24, 22-25, 9-15).

Sassuolo: Scacchetti 2, Pomili 9, Manfredini 19, Busolini 16, Pistolesi 21, Civitico 13, Pelloni (Libero), Bondavalli, Dapic 1. N.E. Masciullo, Dhmitriadhi, Vittorini, Fornari, Morisi.
All: Venco.

Orocash Picco Lecco: Rimoldi, Lancini 8, Albano 4, Bassi 21, Piacentini 12, Zingaro 18, Bonvicini (libero), Bracchi 15, Belloni, Rocca. N.E. Tresoldi, Citterio.
All: Milano.

Arbitri: Ruggero Lorenzin e Eustachio Papapietro.

Classifica: Brescia 19, Futura Busto 16, Trentino 14, Sassuolo e Mondovì 12, Olbia e Cremona 11, Lecco 9, Albese 7, Offanengo e Montale 6, Club Italia 3.

 

 

Pubblicato in: Città, News, Sport Tags: 

Condividi questo articolo

Ultimi articoli pubblicati