CINQUE LECCHESI NUOVI CAVALIERI
AL MERITO DELLA REPUBBLICA

IMG_0146LECCO – Alla Camera di Commercio sono stati celebrati oggi gli insigniti dell’Onorificenza al Merito della Repubblica Italiana con la supervisione del prefetto Liliana Baccari, l’accompagnamento musicale delle classi IV e V del liceo musicale G. B. Grassi e l’allestimento del buffet ad opera del CFP di Casargo.

Da sei mesi nel nostro territorio, il prefetto ricorda l’operato intrapreso e i “valori di altruismo e solidarietà alla base delle istituzioni per il benessere collettivo. Si è e si fa! È questa l’idea delle istituzioni pubbliche con le quali sto collaborando”.

Ripercorrendo quanto trascorso nel 2015, impossibile non spendere una parola sulla questione migrazione: “il fenomeno migratorio fa sì che si sia riscontrata la grande civiltà degli italiani e la loro consapevolezza nella collaborazione, culminata nell’accoglienza diffusa”. Sempre di collaborazione si parla in riferimento al “Sindaco Virginio Brivio e comandante dei Carabinieri Rocco Italiano, i quali hanno congiunto le forze per un sistema di videosorveglianza dinamica che acconsente alla polizia di esercitare un controllo dinamico dei veicoli. Un sistema repressivo e produttivo”. “Nonostante gli allarmismi del Sole24ore, – prosegue il prefetto – i dati un po’ ci confortano e il calo di furti riflette la positiva azione delle forze dell’ordine”. Azione straordinaria anche nell’assestare i duri colpi alla giustizia rivendicati nelle maxi-operazioni Metastasi e Insubria. Chiude Liliana Baccari con una riflessione su quanto lo Stato debba stare vicino ai suoi cittadini in un momento di siffatta agitazione sul fronte terroristico. È un messaggio in sincronia con il periodo natalizio quello che viene lanciato dal prefetto “abbiamo bisogno degli altri, non possiamo trincerarci nella nostra individualità”.

IMG_0171A seguito delle parole del prefetto vengono consegnati i cinque diplomi di Cavalieri dell’Ordine al Merito delle Repubblica Italiana a:

–          Corrado Loero, colonnello comandante provinciale della G. di F. di Lecco, per i molteplici successi conseguiti nell’esercizio delle sue funzioni, aumentando il pregio del tricolore nazionale attraverso un incessante aggiornamento professionale nel settore dei reati tributari

–          Franco De Poi, per la sua pluriennale attività di volontariato nella protezione civile, ampliata con l’impegno profuso verso le istituzioni pubbliche competenti in tema di soccorso

–          Alfonso Domenico Galbusera, per la sua profonda competenza nel settore dei servizi sociali, mettendo la propria professionalità a servizio di Istituzioni Locali e Regionali

–          Mario Nasatti, per essersi adoperato alla salvaguardia della “memoria” dei caduti di varie guerre, attraverso un’attività di ricerca e studio delle storie personali di chi ha sacrificato la propria vita per la libertà

–          Adriano Stasi, insigne della qualifica di cavaliere ufficiale dell’Ordine per aver diffuso una sentita attività di proselitismo del Culto mariano con molteplici studi e interventi nel settore.

Martina Panzeri

 

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Città, Hinterland, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .