COMUNE CONTRO CALCIO LECCO:
“LAVORI DA FARE ALLO STADIO”
E C’È ANCHE LA GRANA DEBITI

gheza brivio colombo nigriello valsecchi battazzaLECCO – Proseguono i guai alla Calcio Lecco. E i problemi ora arrivano dal mondo politico. Il club ha infatti disertato l’incontro convocato questa mattina in Comune dagli assessori al Patrimonio, Corrado Valsecchi e allo Sport, Stefano Gheza. Presenti invece Gal e Circolo della Scherma.

I rappresentanti delle tre società sono stati invitati a partecipare a una riunione indetta per trovare una soluzione alle infiltrazioni d’acqua presenti nella palestra di via Cantarelli, confinante con lo Stadio Rigamonti-Ceppi. I primi problemi erano stati segnalati alla Calcio Lecco già a novembre 2015. La società si era assunta l’incarico di mettere mano al danno, ma a quanto risulta non è stato fatto nulla.

“L’allora segretario della Calcio Lecco, Ivan Corti  – spiegano gli assessori Valsecchi e Gheza – ci aveva assicurato che l’intervento sarebbe stato fatto. Oggi abbiamo appurato che le infiltrazioni permangono e si sono aggravate. Per questo motivo abbiamo convocato un incontro con le tre associazioni sportive, ma la Calcio Lecco non si è presentata. Sono mesi che le istituzioni non riescono ad avere interlocuzioni con i nuovi responsabili della società. Questo ovviamente crea un problema non solo relazionale, ma anche di garanzia di sicurezza dello stadio e degli immobili limitrofi di proprietà del Comune”.

In seguito al mancato incontro di questa mattina, gli assessori Gheza e Valsecchi faranno partire una missiva immediata con una nuova richiesta di incontro per esaminare tutte le criticità ancora aperte con la Calcio Lecco, incluso l’importante credito che il Comune vanta nei confronti della società sportiva.

“Dopo un’estate con rapporti praticamente quotidiani con l’amministratore Sandro Meregalli – aggiunge Gheza –  questi si sono interrotti con l’avvio della nuova avventura societaria. Un contatto diretto tra società e Amministrazione è indispensabile per confrontarsi su temi sportivi e non solo, così come avviene con tutte le altre realtà sportive della città”.

“Siamo ancora in attesa di definire il contenzioso pregresso relativo al debito prodotto dalla Calcio Lecco  negli anni scorsi – conclude Valsecchi – Mi sembra il minimo, anche per garbo istituzionale, che la società risponda alle richieste di incontro e alle telefonate che in queste settimane sono partite da parte del Comune. Attendiamo fiduciosi di ricevere un immediato riscontro a questa nuova sollecitazione”.

 

 

Pubblicato in: politica, Città, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati