CONFINDUSTRIA NEL FUTURO:
IN PARTENZA IL PERCORSO 4.0
CON 18 AZIENDE DEL TERRITORIO

confindustria industria 4.0LECCO – Prenderà il via domani, giovedì, il Percorso executive in Manufacturing management – Industria 4.0 di Confindustria Lecco e Sondrio. Il corso, aperto alle aziende del territorio, è progettato e realizzato in collaborazione con il Politecnico di Milano Graduate school of business. Sono 18 le imprese che hanno aderito, per un totale di 30 partecipanti, a testimonianza di quanto sia alta l’attenzione da parte delle azienda per il tema delle nuove tecnologie e, anche, dell’interesse di un percorso come quello proposto, progettato proprio per il sistema produttivo del territorio di Lecco e Sondrio.

“Industria 4.0 – sottolinea il presidente di Confindustria Cristina Galbusera – è un potente fattore di competitività per il mondo delle imprese e per l’intero Paese. Ed è infatti già da tempo che l’associazione è attiva su questo fronte per garantire alle imprese il supporto e gli strumenti adeguanti a cogliere questa sfida, con tutte le opportunità di crescita che offre. Le iniziative che abbiamo avviato sono molte ma questo percorso formativo è, fra tutte, un’occasione eccezionale perché è stato attentamente studiato e progettato proprio sulla base delle esigenze specifiche delle nostre aziende”.

Il percorso si sviluppa in sette giornate, fino a fine giugno, e vedrà alternarsi docenti dei dipartimenti a maggior vocazione industriale del Politecnico, sotto la direzione di Marco Taisch, professore di Advanced and sustainable manufacting. “Si tratta di un progetto lungimirante – spiega l’insegnante –, perché il nostro compito deve essere quello di dare informazioni agli imprenditori”.

Soddisfatto anche Giulio Sirtori, direttore generale di Confindustria Lecco e Sondrio. “Se nel percorso in atto verso la fabbrica del futuro le nostre imprese possano trovare la chiave per continuare a essere competitive nel mondo. In questo cammino, proficuo, non saranno sole”.

 

 

Pubblicato in: lavoro, Città, Hinterland, Economia, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati