CONFRONTO AL POLITECNICO
SU LEGALITA’ E GIUSTIZIA CON GLI STUDENTI DELLE SUPERIORI

solevol_politecnico1LECCO – Sono stati più di 160 gli studenti degli Istituti Parini, ISGMD, Istituto grafica moda design di Lecco e Espe che, nella mattinata di giovedì 13 novembre, hanno preso parte al convegno dall’emblematico titolo “TOCCA ANCHE A ME! Essere protagonisti della propria storia”.

Si è trattato di un importante momento di confronto rivolto a studenti ed insegnanti degli Istituti Superiori della Città sui temi della giustizia e legalità, con particolare attenzione alla promozione della responsabilità nelle interazioni sociali e nelle scelte di azione e al rapporto con le regole e le trasgressioni, anche rispetto alle funzioni che può svolgere il gruppo dei pari nei processi decisionali dei singoli.

solevol_politecnico3“Promuovere la legalità significa concretamente lavorare sulle azioni quotidiane di ciascuno di noi. Il Comune di Lecco è fortemente impegnato in questo senso, sia attraverso la valorizzazione delle ricorrenze storiche legate al tema della giustizia e della legalità che attraverso le tangibili operazioni di contrasto alla malavita – ha esordito il sindaco di Lecco Virginio Brivio che ha dato l’avvio al seminario – E’ importante che i giovani capiscano che rispettare le regole non è unicamente nell’interesse delle Istituzioni ma dell’intera comunità”. Anche Alberto Francini, questore di Lecco, Andrea Bello, dell’Ufficio Scolastico Territoriale che hanno introdotto il tavolo di lavoro si sono espressi nei medesimi termini, sottolineando l’importanza della formazione e prevenzione come leva per fronteggiare l’illegalità nelle sue diverse sfaccettature. Hanno poi seguito gli interventi e le relazioni di Domenica Belrosso, direttrice del Centro Prima Accoglienza del Dipartimento Giustizia Minorile di Milano, Antonio Verbicaro Ispettore Superiore della Questura di Lecco, di Sofia Bianca Maria Muccio, avvocato criminologo e di Valentina Goretti, studentessa in rappresentanza dell’Associazione Comunità Il Gabbiano che ha raccontato l’esperienza di un laboratorio creativo in cui sono stati affrontati temi legati ai comportamenti devianti e trasgressivi, gli effetti che essi hanno generato sul piano personale, relazionale, sociale e giuridico e le possibili risposte legate ai principi della giustizia riparativa.

solevol_politecnico4L’evento, organizzato da So.Le.Vol. e l’Associazione Comunità Il Gabbiano, è stato moderato da Bruna Dighera psicologa giuridica. Si è trattato di una preziosa occasione per focalizzare l’attenzione su temi di grande valore civico attraverso i comportamenti e le azioni che realizzano nei diversi contesti relazionali e sociali di cui fanno parte.

Proprio per favorire l’interazione, alle classi è stato inviato preventivamente una scheda per la segnalazione degli aspetti che gli studenti vorrebbero venissero approfonditi nel corso della mattinata.

“Siamo molto soddisfatti della buona riuscita di questa iniziativa e della viva partecipazione degli studenti, molto più sensibili di quanto spesso si crede sui temi della legalità e dell’educazione civica – ha commentato Lucio Farina, referente tecnico di So.Le.Vol. – l’evento, caratterizzato da una didattica originale ed innovativa, rientra nel percorso di iniziative organizzate dal Centro Servizi per il Volontariato che si propongono di stimolare la comunità partendo dai giovani, i cittadini di domani, su tematiche di primaria importanza”.

 

Pubblicato in: Cultura, Giovani, Città, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati

GixSoft88 Rev. 04.11.2020 .