IN CONSIGLIO A VALMADRERA
DISCUSSI IL PIANO DI DIRITTO
ALLO STUDIO E LA CLUB HOUSE

20150727_181803VALMADRERA – Presentato, durante il Consiglio Comunale di ieri, il Piano di Diritto allo Studio: “Anche quest”anno siamo riusciti mantenere le stesse cifre, nonostante la crisi. Il nostro obbiettivo era infatti non gravare sulle famiglie e ci siamo riusciti anche grazie al supporto dei docenti” spiega l’assessore all’Istruzione, Raffaella Brioni. Gli oltre mille studenti valmadreresi, 1099 tra infanzia, elementari e medie hanno visto un investimento pro capite di 571 euro tra attività, a quota 268, e lavori di manutenzione, a 571 euro. Si registra dunque un investimento complessivo di 626.921 euro, maggiore di quello per l’anno scolastico 2014-2016 che si attestava a 549,835 euro. “I lavori di manutenzione, relativi al riscaldamento, della scuola media hanno permesso di risparmiare qualcosa: tuttavia non possiamo rinvestire questi soldi in lavori presso altri istituiti” precisa la Brioni.

Proprio la scuola media, inoltre, ha visto l’eliminazione del servizio di ristorazione scolastica: i pasti sono infatti scesi a 98.100, contro i 109.549 dell’anno scorso, con una differenza di spesa di 7.995 euro. Il motivo è da ricercarsi nel cambio di orario attuato alla scuola secondaria “Lucio Bruno Vassena”: una scelta operata dalle famiglie che hanno deciso di annullare i due rientri pomeridiani. L’amministrazione comunale ha proposto di mantenere il servizio di ristorazione, rendendolo accessibile a chi volesse fermarsi dopo l’orario scolastico, ma solo 11 famiglie hanno dato parere favorevole: un numero troppo basso per mantenere la mensa. specifica l’assessore. Inoltre sono stati potenziati i rimborsi per il ‘buono trasporto’ del valore di 100 euro: quest’anno non sono 65 ma 80 le famiglie Valmadrera che potranno richiederlo nel caso i figli utilizzano i trasporti pubblici per andare a scuola. Tutto invariato invece per quanto riguarda il piedibus, un servizio molto apprezzato e che rimarrà attivo. Infine 61 mila euro sono stati investiti per il sostegno in classe “ad personam”: sono infatti aumentate le richieste da parte per un aiuto specifico e mirato per studenti con particolare problemi di apprendimento.

con vanni

Approvata anche le modifiche  alla vigente convenzione tra il Comune e l’Associazione Sportiva Dilettantistica Tennis Club ’88 relativa alla concessione per la gestione degli impianti di tennis presso il Centro Sportivo Intercomunale di Malgrate e Valmadrera in via Rio Torto. Il TC88, che da quasi trent’anni si occupa di tali impianti, vedrebbe scadere la sua concessione nel 2o2o, ma ha richiesto un prolungamento della convenzione fino al 31 dicembre del 2031.

L’associazione si prepara infatti a costruire un polo multifunzionale, denominato Club House, che possa ospitare la sede dell’associazione, una sala per le riunioni, una luogo dove incordare le racchette,  nonchè avere anche un punto di ristoro. Un progetto, del costo di 325 mila euro, che promette di avere ricadute positive in generale sull’attività del Centro, e quindi anche su coloro che lo frequentano per altri sport come il calcetto.  Tale struttura, una volta estinto il mutuo di 300 mila euro nel corso dei prossimi 16 anni, diventerà inoltre proprietà assoluta del Comune di Valmadrera: tale aspetto ha fatto votare all’unanimità la proposta. Il secondo punto è invece stato più dibattuto: l’associazione dilettantistica, non avendo personalità giuridica al di fuori del presidente, ha infatti chiesto al Comune di Valmadrera una garanzia Fidejussoria necessaria per poter richiedere il mutuo al Credito Sportivo. 

“Si tratta indubbiamente di un’iniziativa lodevole di una società sportiva meritevole: è giusto allungare convenzione, ma non riesco a capire perché l’Amministrazione debba concedere una fidejussione, ‘richiando’ 300 mila euro. E’ forse prassi del Comune dare garanzia a nome anche dei cittadini che non sono tesserati?  E’ necessario un regolamento per future situazioni simili: per questo motivo abbiamo votato no alla proposta” afferma Giuseppe Castagna della minoranza.

 

 

 

Pubblicato in: Cultura, Valmadrera, Hinterland, Sport, News Tags: 

Condividi questo articolo

Articoli correlati